ReTake Roma a Via Cassia

giovedì 14 ottobre 2010
Join us... Venite tutti insieme... Potete essere parte del cambiamento. Un movimento di volontari apolitico e rigorosamente no-profit, supportato dalla Fondazione ONLUS Garibaldi, che si prefigge lo scopo di aiutare i giovani ad apprendere l'inglese e, allo stesso tempo, di promuovere l'impegno civico per la salvaguardia e la tutela del decoro della nostra città. Scuola per scuola, quartiere per quartiere. ReTake Roma. Tornano le iniziative di Speak Up & Clean Up, le giornate antigraffiti organizzate dagli amici di ReTake Roma. Appuntamento sabato 16 Ottobre, dalle 10 alle 13, a Via Cassia 811. Portate guanti, spugne verdi abrasive, carta vetrata e, in caso, prodotti antigraffiti. Portate sacchi della spazzatura neri, più grandi sono meglio è. Se volete sostenere ReTake Roma potete farlo con una donazione, visitando il sito della Fondazione Garibaldi. I kit antigraffiti, che saranno distribuiti sabato, costano 30 euro. Intanto vi segnalo che ReTake Roma ha vinto il Premio Baiocco per l'impegno ambientale. Un premio nato per premiare l'opera di persone che vivono nel territorio e che si sono distinte per impegno e passione nell'ambito della loro attività. "Premio Baiocco per l'impegno ambientale all'Associazione ReTake Roma che grazie all'organizzazione, sul territorio, di interventi spontanei di bonifica dell'ambiente, contribuisce alla diffusione di fondamentali valori quali il senso civico, il rispetto degli spazi pubblici e l'importanza di cooperare al fine di recuperare e conservare i beni comuni". Complimenti a Rebecca e ai volontari dell'Associazione. Ci vediamo tutti sabato!

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Il 21 22 e 23 ottobre si terrà al Circo Massimo (posto peggiore non potevano individuarlo) un festival per questi microcefali di writers organizzato OVVIAMENTE dal Comune di Roma.

Aspettiamoci una devastazione totale delle zone limitrofe!

Mc Daemon

Simone ha detto...

questa cosa dei writers secondo me è una cazzata, tutti a Roma saranno sai che casino di notte...

Alessandro ha detto...

Io non lo so perché all'interno del comune di Roma ci sia chi sostiene così tanto la linea del muro legale (miseramente fallita con Cromiae nel 2006)...Secondo me Alemanno ha fatto malissimo ad ospitare al circo massimo una cosa del genere...

Les ha detto...

Il muro legale va fatto rispettare e qui già immaginiamo le autorità comunali che monitorano i confini della zona in concessione per farli rispettare: i vigili romani!
L'inizio di questo progetto era "Cromiae" di Veltroni, un tonfo storico, Alemanno ci riprova con "Urban Contest" e promette un altro fallimento.
Non che l'idea sia sbagliata, coinvolgere i pochi writer civili nella diffusione dei muri legali, ma il Comune cell'ha un piano contro i tanti writers vandali?
Manco per sogno, non cell'ha.
La città è ricoperta di graffiti e il Comune non ha i soldi e la volontà politica per cancellarli.
In questa situazione la trattativa è impossibile, caro Comune di Roma.
Noi, che siamo per i muri legali, vogliamo che prima si puliscano i muri e si dia il messaggio che a Roma non si scrive sui muri e poi, dopo, si parli con i writers.

Les ha detto...

A proposito, il dibattito in programma con i writers è stato cancellato e sostituito con "la firma del Patto tra il Comune di Roma e l’Associazione Walls [...] che dimostra la volontà dell’Amministrazione Capitolina di creare spazi legali per i writer riconoscendo le capacità d’intervento nella riqualificazione della città dei molti artisti provenienti dal mondo del writing."
-
http://www.urbancontest.it/

Alessandro ha detto...

Stavo leggendo su Repubblica che il 25 ottobre parte "l'operazione muri puliti". Sono scettico, dopo il fallimenti di Cromiae e di fronte il menefreghismo dei vandali.

Però c'è già qualcosa in più: gli spazi legali saranno limitati da cartelli. Così almeno, i muri legali, avranno confini certi...Non come in Cromiae dove da un muro si sono presi tutto l'isolato.

Les ha detto...

Volete scommettere che l'Operazione muri puliti è solo una trovata pubblicitaria, come le rimozioni dei cartelloni?

Anonimo ha detto...

Io forse riesco a venire!

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO