L'ha squola publica

lunedì 13 settembre 2010

Crea le tue foto ed immagini come Slideshow per eBay, Netlog, MySpace, Facebook o la tua Homepage!Mostrare tutte le immagini di questo Slideshow

Lo abbiamo detto più volte e qui lo ripetiamo: l'educazione dei figli passa dalle scuole. Non si può sperare che un ragazzo che frequenta un cesso di scuola cadente a pezzi e ricoperta di scritte vandaliche cresca con un minimo di senso civico e di rispetto delle regole. Discorsi ovvi in un paese che si definisce civile. Discorsi incomprensibili e privi di senso in un paese (come l'Italia) che taglia ogni anno i fondi alla scuola pubblica, già ridotta a brandelli. E per capire a che barbaro livello siamo, leggetevi questo post di les e guardatevi le foto.

Qualche mese fa sono andato a Parigi e ho visto molti edifici scolastici, scuole medie e superiori, palazzi eleganti e ben tenuti. Avete presente le scuole di Roma? Una roba stile "ghetto di Los Angeles degli anni '80". Muri coperti da graffiti, addirittura scritte sulla targa col nome dell'istituto, la bandiera italiana esposta all'ingresso quasi sempre ridotta a uno straccio sbiadito e sfilacciato. Le aule non sono migliori. Ce le ricordiamo tutti così: cadenti a pezzi, scritte sui banchi, sulle sedie e sui muri. Ci sono poi tutta una serie di problemi che ben conosciamo, dagli infissi vecchi e difettosi ai tetti in eternit. La classica scuola romana si presenta così: muri pieni di scritte, coperte a loro volta da manifesti politici abusivi, scritte a pennarello sui davanzali tipo "Emy & Mirko x Sempre", e se c'è un cortile viene utilizzato per buttarci le sedie rotte. Un posto schifoso per studiare e per insegnare, lo specchio dell'inciviltà di più generazioni, quella dei professori che hanno permesso lo scempio e quella degli studenti che lo perpetrano. Ma i politici non hanno ancora capito che il rilancio della scuola italiana passa anche attraverso il rinnovo degli edifici. Gli studenti non possono rispettare un'istituzione che si presenta in modo indecoroso e abbandonato? I muri del palazzo dove ha sede il Ministero della Pubblica Istruzione dicono tutto: la sciatteria al potere.

12 commenti:

Renato ha detto...

Ricordo ancora la scuola superiore dove ho studiato a Roma... purtroppo.
Una volta scardinai la porta. Avevo solo tentato di entrare in aula.
Non avevamo la palestra.
I bagni erano sempre rotti. Vi lascio immaginare cosa vi si accumulava.
Scritte sui muri OVUNQUE, pure dinanzi alla presidenza.
Dulcis in fundo, i miei professori fumavano in classe.
Cronache da Incivilia.

Les ha detto...

Il liceo Tasso è uno dei più prestigiosi di Roma, zona Ludovisi, a pochi passi da Via Veneto
-
http://tv.repubblica.it/edizione/roma/primo-giorno-di-scuola-tasso/52706?video=&pagefrom=1
-
visto i muri?

Les ha detto...

scuole pubbliche in USA:
-
http://www.flickr.com/photos/emilio_guerra/4588305930/ (Bronx, New York City)
-
http://www.flickr.com/photos/reallyboring/3393376967/ (Chicago, USA)
-
http://en.wikipedia.org/wiki/File:Bartram_HS_Philly.JPG (Philadelphia, USA)
-
http://en.wikipedia.org/wiki/File:Eastern_Senior_High_School_-_Washington,_D.C..jpg (Washington DC, USA)
--
http://en.wikipedia.org/wiki/File:FairfaxHigh_Dec2006.jpg (Los Angeles, USA)
-
http://en.wikipedia.org/wiki/File:Van_Nuys_High_School_2008.JPG (Los Angeles, USA)
-
http://en.wikipedia.org/wiki/File:Jefferson_High_Front_entrance1.JPG (Los Angeles, USA)

Renato ha detto...

LOL! Les, pensa che gli americani si lamentano pure delle loro scuole pubbliche...

Les ha detto...

..e gli italiani si lamentano per ideologia, ma come si fa a dire "la scuola ci sta crollando in testa per colpa di questa riforma"?!? Io penso che la protesta italiana sia egemonizzata da certi settori politici che la buttano in caciara senza distinguere i problemi che pure sono tanti.

Nicola ha detto...

Volevo segnalare che da almeno 4 mesi a questa parte il 3° municipio si sta dando da fare contro le scritte sui muri e lo scrostamento dei manifesti e volantini. Anche la mia scuola, il liceo classico/pscicopedagogico Machiavelli, che si trova a via dei Sabelli a San Lorenzo è stato recentemente pulito e ridipinto. Segnalo inoltre che alla comparsa di nuovi graffiti su edifici ripuliti, subito sono venuti a toglierli (Es. Via Lanciani, la palestra della scuola media).
Credo sia un'ottima notizia ;)

Les ha detto...

buon per te Nicola ma tu sai che la tua scuola è un'eccezione..

Alessandro ha detto...

Esattamente LES. Esattamente. Il degrado nelle nostre scuole c'è dagli anni '70 in poi. Inutile girarci intorno.

Sareste disposti a scrivere un documento di risoluzione a più mani per cercare di risolvere questo problema delle scritte nelle scuole?
Io lo posso presentare in maniera ufficiale al Ministro (e non posso aggiungere altro).

Les ha detto...

scuole pubbliche a Parigi
-
http://www.flickr.com/photos/arashinla/3233790872/
-
http://www.flickr.com/photos/ruamps/4106064106/
-
http://www.flickr.com/photos/eliev/3562894339/
-
http://www.flickr.com/photos/olivierclaurent/128130330/

Les ha detto...

e certo Alessandro che siamo d'accordo!

Alessandro ha detto...

Allora vi scrivo in privato...

Antonio ha detto...

Les basta!! cosi mi fai soffrire!!! il paragone con le scuole degli altri paesi è imbarazzante....cioè....sul muro di una scuola superiore qui a Fe hanno scritto in grande "questa scuola uccide"....ed è ancora li da non so quanti anni...ma è possibile?? facciamo veramente pena.

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO