Think different

venerdì 30 luglio 2010


Dove ci eravamo lasciati? Ah si, ecco. La teoria delle Oasi antidegrado. Le oasi sperimentali antigraffiti. I trattamenti protettivi. Di carne al fuoco ce n'era tanta, in effetti. In questi mesi abbiamo messo sul tavolo tanti progetti ambiziosi. Il Ghetto trasformato in Oasi Antigraffiti. La pulizia dei segnali stradali a Trastevere. La pulizia integrale delle saracinesche e dei portoni di Vicolo del Bologna. Iniziative magnifiche sulla carta, addirittura a costo zero per residenti e commercianti. Ma poi? Poi non se n'è fatto più nulla. Il che non significa, badate bene, che noi ci abbiamo rinunciato. Significa solo che non è ancora il momento. E quando sarà il momento? Questo non lo sappiamo. Quello che possiamo dirvi è che quando sarà ce ne accorgeremo. Perché non saremo più noi a dover chiamare o a dover proporre. Saranno loro a venirci a cercare. Noi lanciamo il sasso, diamo la nostra disponibilità. Ma poi questo sasso qualcuno deve pur raccoglierlo. E' una fase essenziale. Possiamo essere grandi, dipende tutto dall'impegno che mettiamo nelle nostre azioni, nelle nostre proposte. Se salta su una buona idea e se c'è entusiasmo, la gente si trova. Ecco appunto, l'entusiamo. Lo dico da tempo. Ci sono questi progetti in standby. Ma ce ne possono essere tanti altri ancora. Se qualcuno ci crede, cosa aspetta a proporsi di organizzarli e di metterli in pratica? E non mi riferisco necessariamente ai residenti dei quartieri interessati. Ma anche ai volontari del blog. Ai membri del gruppo. Riprendiamoci Roma è una struttura, una piattaforma, nulla di più. Sta a noi, a tutti noi, utilizzarla. Mettendoci dentro il futuro che immaginiamo per questa città, la nostra città. Un movimento d'avanguardia. Fuori dagli schemi. Ci ritroviamo qui a settembre.

44 commenti:

n@po ha detto...

Perché solo coloro che sono abbastanza folli da pensare di poter cambiare il mondo...lo cambiano davvero. Mi ci rispecchio in pieno! Arrivederci a settembre ;-)

Les ha detto...

Però i nostri amici bloggers devono darsi una mossa, da settembre vi vogliamo alle passeggiate antidegrado, intesi? ;)

Anonimo ha detto...

E' lo spot della Apple.

Anonimo ha detto...

"Il parco Villa Borghese
distrutto per fare cassa"
http://roma.repubblica.it/cronaca/2010/07/18/news/villa_borghese_ripa_di_meana_accusa_distruggono_il_parco_per_fare_cassa-5657319/
Cafoni al potere

Anonimo ha detto...

questo video è meraviglioso!!!

Mc Daemon

Les ha detto...

graffiti in sala parto
-
http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/10_luglio_25/blocco-parto-ostia-grassi-1703457121681.shtml

Anonimo ha detto...

Per i suk a Roma... http://roma.repubblica.it/cronaca/2010/07/25/news/tornano_i_suk-5811687/

Anonimo ha detto...

Graffiti in sala parto?
E' proprio vero che è questione di CULTURA e con questa gente, aimè, non c'è proprio speranza....
... 2000 anni di storia buttati nel cesso...

n@po ha detto...

Dopo il link suggeritoci da Les, non ho parole per esprimere il mio sdegno.
Ed io che mi lamentavo dell'Ospedale Annunziata di Napoli,che a confronto è una bomboniera.
Tutta la struttura esterna è stata devastata da questi vandali. Con le bombolette spray sono entrati addirittura in sala d'attesa...è una vergogna!

Anonimo ha detto...

In un Paese civile, se beccano uno che scrive con una bomboletta spray in una sala d'attesa di un ospedale, lo prendono, lo denunciano e gli fanno pure ripulire tutto. In un Paese civile, però.

Antonio ha detto...

http://roma.corriere.it/gallery/roma/07-2010/salaparto/1/graffiti-sala-parto_26bad354-97ce-11df-8aa9-00144f02aabe.shtml#2

Incredibile... :| cavolo sembra di stare in uno di quei tipiche edifici abbandonati terra di conquista dei writers..ma...è un ospedale italiano....

Ovviamente l'articolo non denuncia l'ignoranza e l'inciviltà di quella gente e lo stato pietoso di un ospedale.....

Anonimo ha detto...

E non si limitano ai muri, ma infieriscono anche su insegne, distributori automatici, strisce pedonali... no comment!!

Anonimo ha detto...

Unni, andrebbero presi a corcati di botte

nokia1 ha detto...

Bossi: "Alemanno per Roma non ha fatto molto."
Invece ti sbagli caro Bossi, ora abbiamo una città invasa di cartelloni e manifesti, bancarelle ovunque, posteggiatori abusivi che si spartiscono la città. Dimenticavo porchettari e muri lerci. Metro senza aria condizionata che nenache in Africa la ridurrebbero così. Questo grazie a te Alemanno, ai decreti anti graffiti e anti degrado !
Bossi, prenditi Alemanno e mettilo a raccogliere il riso in padania, che fa meno danni !

Anonimo ha detto...

Il problema di questi blogger che hanno 30 anni e non hanno vissuto neanche un giorno .Tutti gli ospedali sala parto sono cosi.....qualche mese fa sono stato al San Camillo era uguale identico. I famigliari vogliono dare il benvenuto ai nascituri....giusto ? non giusto ? questo non lo so, ma rimango allibito dalla vostra non conoscenza del mondo in cui vivete !

Anonimo ha detto...

Qualche scritta c'è, ma non sono proprio tutti così. Allibisciti pure del Corriere e della Repubblica, che hanno sbattuto le immagini in prima pagina di cronaca roma.

Ale77 ha detto...

"I famigliari vogliono dare il benvenuto ai nascituri...."
Infatti cosa ci c'è di meglio che vandalizzare una struttura pubblica per dargli il benvenuto!
Ma tipo piantare un albero no è?
"Tutti gli ospedali sala parto sono cosi", si vabbe diciamo solo dove sto schifo viene permesso (roma ed italia del sud in genere).
Un'altro passo fantastico del nostro Anonimo è: "ma rimango allibito dalla vostra non conoscenza del mondo in cui vivete".
Caro Anonimo il fatto è che qui il mondo in cui si vive lo si conosce troppo bene ma al contrario di te si prova a cambiarlo.
Io comunque sono un blogger di 30 anni e quindi ho vissuto 30 anni non nemmeno un giorno come dici te uomo vissuto amante e difensore dello schifo totale.

Ale77 ha detto...

Già li vedo questi che preparano la borsa per la madre partoriente: camicetta portafortuna, copertina di lana, calzini per il pupo, pannolini ed una bella bomboletta di vernice spray... Che pena.

Anonimo ha detto...

anonimo non mi allibisco assolutamente......fino a 3 anni fa parlavano del ritorno delle telline ad ostia (ogni anno...puntualissimi) ! Ora ci mettono le coatte e la sala parto ! Il vostro limite ? leggere questi articoli e prenderli sul serio ! 30 anni e non aver mai vissuto...questo è il vostro limite !
Poi scommetto che criticate il GF....voi fate di peggio !

Riprendiamoci Roma ha detto...

Veramente io ne ho ben meno di 30 di anni. E comunque, come è scritto nel video, noi ce ne freghiamo altamente dello status quo. Noi forse non avremo capito il mondo, ma te non hai capito affatto lo spirito del blog.

n@po ha detto...

@Anonimo
Io non vivo né ad Ostia, né a Roma. E grazie a questi servizi giornalistici che posso scoprire una realtà che altrimenti non avrei mai conosciuto.

Les ha detto...

Vi propongo questa lettera il cui significato è riassumibile in "L'AMA HA LE SUE COLPE, I CITTADINI PURE"
-
http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=112397&sez=HOME_ROMA
-
I "cittadini", se vogliamo chiamarli così, hanno più colpe, a mio avviso.

Alex ha detto...

Si i cittadini ci mettono del loro, senza dubbio, ma L'Ama non è organizzata bene, non ha nè i mezzi e nè il personale per coprire una città grande come Roma. Ci sono zone dove l'Ama non arriva proprio. Da via della Magliana per prendere il viadotto. C'è un semaforo e la salita che si immette sul ponte. Ci passo tutte le mattine. Vi giuro che sono anni che non puliscono li sotto, sterpaglie altre 2 metri, riconosco le bottiglie e le lattine, ormai le chiamo per nome. Ora, ovvio che qualcuno ce le ha buttate, ma nessuno si prende la briga di toglierle. Un ambiente pulito secondo me disincentiva a sporcare, un pattume invece ti da l'alibi per farlo. Date uno sguardo hai bordi della via del mare o della via ostiense. C'è di tutto per terra, ma nessuno pulisce. L'Ama ha le sue colpe, è latitante, non ci mette la faccia, non si rende rintracciabile. Se uno deve protestare con chi lo fa? Con un call center che una volta risponde ed una volta no? Non è questo il modo di fare impresa. Ci deve essere un punto di riferimento, per avere notizie e per prendersi anche i cazziatoni qando serve. Se i cittadini sono zozzi, lo dicessero tramite una adeguata campagna di sensibilizzazione, che sputtani anche i cittadini se necessario. Ma questi non fanno un CAZZO!!! Silenzio totale, nessuna idea, nessuna voglia reale di migliorarsi, nessuna speranza. Sotto casa mia puliscono ancora con la scopa e la pala (di un mq). Ma come cazzo la togli la monnezza con la scopa e la pala? I mossiconi di sigarette, i volantini? Io li vedo che so scazzati, ma ti credo già fanno un lavoro di merda, in più gli danno anche degli strumenti di merda!! MA come si fa ad andare avanti così!!!

Anonimo ha detto...

riprendiamoci, hai molto meno di 30 anni? aaaaaaahhhh adesso capisco perché spesso usi toni esagerati, vai fuori le righe, rosichi come un regazzetto, e non conti fino a 10 prima di inviare una risposta ad un post......
capisco tutto adesso.
devi farne di strada bimbo.......immagino che anche quell'arrogante maleducato di les sia un ragazzino spocchioso

Manuele Mariani ha detto...

invece i ragazzetti che escono appositamente di casa per andare a danneggiare, sporcare e deturpare la città anche e soprattutto in piena notte sono persone mature e responsabili !! se non ci si indigna e non si usano toni forti e reazioni decise non c'è veramente più speranza per salvare l'italia e roma, da questo degrado senza precedenti..

Anonimo ha detto...

Ultimo anonimo, torna a piantare cartelloni, va...

Riprendiamoci Roma ha detto...

Anonimo, di anni puoi averne pure 40, ma se il tuo cervellino è piccolo come quello di un criceto l'età anagrafica te la sbatti in testa.

Les ha detto...

L'indifferenza al degrado urbano è diffusa in tutti gli strati della società romana, dai dirigenti dell'AMA fino ai cittadini. E' per questo che i dirigenti dell'AMA non vedono il motivo di pulire i bordi delle strade e gli operatori ecologici non si sentono in dovere di rimuovere le bottiglie vuote a 50 centimetri da terra, loro fanno solo quello che gli si dice, nello specifico spazzare per terra.
L'unico modo per far pulire bene agli operatori AMA è scrivere una guida in cui sta scritto per filo e per segno quello che devono fare, compresi nuovi compiti come staccare gli annunci dai pali e togliere la carta e le bottigliette che i romani incivili buttano nei vasi ornamentali.

Anonimo ha detto...

il cervellino piccolo come un sorcio ce lo hai tu caro rip. perché ti lasci andare, come sempre, a giudizi affrettati e superficiali. io ti giudico perché ti leggo e so cosa pensi e come tu esprimi. tu rispondi solo perché rosichi, non sai cosa io pensi ma rispondi spocchioso. appunto, come un ragazzinio.
mo corri a pigne da mammá, piccolo rosicone moccioso

Riprendiamoci Roma ha detto...

E tu che a fine luglio, in piena estate, vieni qui a perdere tempo con un ragazzino, come ti giudicheresti?

Les ha detto...

Gli operatori alle pulizie pubblici e privati
-
http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=112923&sez=HOME_ROMA (pubblici)
-
http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=112924&sez=HOME_ROMA (privati)

Anonimo ha detto...

mi giudico come un lavoratore che per pagarsi il mutuo lavora anche in agosto; comunque curioso e critico verso tutto ció che lo circonda. critico sempre ma critico propositivo.
responsabilitá, lavoro, mutuo, tirare a campare...tutti concetti per te nuovi e sconosciuti.
continua a giocare bimbo, un giorno forse mi darai ragione. intanto goditela. goditi questo surrugato di civiltá che ti sei cucito addosso.ma sappi che un essere non é civile se non é capace di autocritica, se non é capace di accettare critiche, se non é capace di ricevere moniti per trasformarli in crescita e miglioramento,anche a 80 anni.....
quello che piu sembra interessarti é avere l'ultima parola, hai sempre una risposta coatta e spocchiosa. sei un ragazino in fondo, non é che ci si possa aspettare molto di piú.
deluso e nauseato cancello questo blog tra i preferiti. ho perso tempo appresso a dei pischelli che se continuano con questa mentalitá ottusa, dubito concluderanno qualcosa.
roma ha bisogno di gente critica e autocritica, non di rosiconi dell'ultim'ora. non servite a nulla

Les ha detto...

"Il troll è un individuo che interagisce con la comunità tramite messaggi provocatori, irritanti, fuori tema o semplicemente stupidi, allo scopo di disturbare gli scambi normali e appropriati."
-
http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

Anonimo ha detto...

les, hai due grammi di cervello
porello, me fai pena me fai

Riprendiamoci Roma ha detto...

Appunto, anonimo, pensa a lavorare.
Almeno a te ti pagano.

Anonimo ha detto...

almeno a me mi pagano dici......ma che stai a di,caro mio, io lo stipendio me lo sudo e me lo guadagno.....mica me lo reglano. tutte cose che non sai proprio cosa vogliono dire.
vai a giocare col secchiello e la paletta tu piuttosto.
ragazzino

Riprendiamoci Roma ha detto...

E certo, e io mi sudo e mi guadagno i miei esami, o pensi forse che io stia in "vacanza" a mollo al mare? Esami a settembre = estate fottuta. E a studiare non mi paga nessuno, così come non mi paga nessuno ad occuparmi gratuitamente della mia città. Anzi, i prodotti antigraffiti li compriamo noi con i nostri soldi. Coglione

Ale77 ha detto...

Rip non dare da mangiare al troll!

http://digilander.libero.it/AntiTroll

Il modo migliore di combattere un troll è ignorarlo completamente!

Riprendiamoci Roma ha detto...

Ma lasciamolo pure fare, finchè viene qui e clicca e commenta migliora il rating del blog.

Anonimo ha detto...

http://roma.repubblica.it/cronaca/2010/08/04/news/consiglio_comunale-6054982/

povero Tredicine : (

Anonimo ha detto...

studi come tutti fanno e hanno fatto. non é che tu lo fai in maniera diversai sai......quando ero all'universitá ad agosto andavo a fare il cameriere, perché facevo tutti gli esami che mi spettavano entro luglio ma avevo comunque l'estate fottuta. credi forse che per uscire dalla tua crassa ignoranza qualcuno ti debba pure pagare??
i prodotti antigraffiti li pagate voi....bene meritevoli. ma perché non partecipate a qualche bando del comnune e vi fate finanziare il materiale?forse che non siete abbastanza credibili?
mi sa tanto che qui l'unico coglione sei tu

Riprendiamoci Roma ha detto...

Era in risposta a te che insinuavi, in un altro post "ah, un mese di vacanza, ne avete di soldi da spendere".

Riprendiamoci Roma ha detto...

Col Comune di Roma ci abbiamo già parlato, abbiamo presentato il nostro progetto alla lista civica Amore per Roma e sono sembrati interessati. Ci hanno spiegato che costituendo un'associazione potremmo ripresentare il progetto e chiedere il patrocinio del Comune per farci autorizzare ad operare. Per il momento stiamo valutando.

Anonimo ha detto...

mi inserisco in questo siparietto(non me ne abbiate) sottolineando che la lista civica amore per roma, é intimamente legata ai vari aledanni, dai quali é meglio guardarsi....
il mio consiglio, se lo accettate, é di evitare tutti i politici di destra e di sinistra. perché oggi al campidoglio ci sta uno e domani un altro....arma a doppio taglio. e cmq, aledanno + lontano sta é meglio é.....quel merda.
per costituire una associazione, o una onlus, non occorre certo l'appoggio o l'approvazione di nessun partito. cosí come non é necessario alcun appoggio per presentare domande di finanziamento a bandi e concorsi, del comune, della provincia o della regione. primo passo costituire associazione, poi aspettare che esca un bando, scrivere un progetto, consegnarlo ed incrociare le dita.....

rip , cazzo ti frega del rating del blog?preferisci la quantitá alla qualitá? :)

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO