Munnezzia!

giovedì 15 luglio 2010


17,9%. Questa è la quota ridicola di raccolta differenziata a Roma secondo Legambiente. Un dato bassissimo, che non ha eguali in Europa. Un dato umiliante, di cui vergognarsi. Un dato degno della Capitale incivile quale siamo. Un dato addirittura in calo rispetto al 19,8% del 2008. Secondo l'AMA, tuttavia, le cose non vanno poi così male. No. Secondo loro siamo a quota 20,7%. In crescita dello 0,9% (zerovirgolanovepercento!) rispetto all'anno scorso. Di questo passo, tra ottant'anni raggiungeremo quota "rifiuti zero". Dovremmo vergonarci. A Berlino, capitale europea del riciclo, già nel 2007 veniva differenziato e riutilizzato il 90% dei rifiuti prodotti. Nove cittadini su dieci, ogni giorno, differenziano i rifiuti. Dai giovani agli anziani. Scenette come quelle a cui siamo abituati a Roma (ben descritte dalla foto qui sopra), a Berlino sono inconcepibili da almeno un decennio. Da noi sono la norma. E se le facce disgustate dei turisti tedeschi in visita a Roma le abbiamo bene impresse nei nostri occhi, non riusciamo nemmeno a immaginare cosa possano pensare nella loro testa alla vista di questa sterminata Malagrotta diffusa. E forse è meglio così. Forse è meglio non saperlo. Tuttavia non possiamo fare a meno di chiederci cosa aspetti l'Europa ad imporre sanzioni a Incivilia. Una città in condizioni igieniche medievali, con i topi che scorrazzano per le strade e i vicoletti in cerca di qualche sacchetto della monnezza da rosicchiare, cosa ci sta a fare in Europa? Cosa abbiamo in comune noi con il mondo civile? Cosa abbiamo in comune noi con città come Parigi, Berlino, Bruxelles? Sbatteteci fuori dall'Europa, o quantomeno imponeteci di prendere provvedimenti. Noi da soli non ne siamo capaci. Noi discutiamo di stronzate, di crocifissi in aula, della madonnina caduta da Monte Mario, della sagra della porchetta sul Tevere e degli scontrini dei tassinari. Aiutateci voi.

16 commenti:

Alessandro ha detto...

A Berlino però quasi tutti hanno il porta a porta... Questa è la strada da seguire.

Les ha detto...

I romani odiano il verde: Villa Borghese
-
http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/10_luglio_11/degrado-villa-borghese-1703361089277.shtml

Anonimo ha detto...

Servirebbe una legge che imponga due cose:
* il raggiungimento di un certo standard percentuale di raccolta differenziata, pena l'aumento delle tasse sui rifiuti;
* il decadimento della giunta in caso di gravi eventi, non solo dissesti finanziari ma anche ecologici

Alessandro ha detto...

Già c'è la legge sugli standard minimi. Non sono rispettati? Multe all'intero comune, che poi si ripercuote sulla tassazione ovviamente (in tempi di federalismo fiscale)

pasquino ha detto...

La raccolta fa acqua da tutte le parti!
Vi pare possibile che le campane del vetro/plastica vengano svuotate ogni 15 giorni?
Anche il cittadino sensibile e collaborativo cosa fa? Si tiene i sacchetti di vetro e plastica in casa? O se li porta a spasso in macchina in attesa di un cassonetto vuoto?
Aprrofondite le questione del ritiro ...ne scoprirete delle belle! Anche li..amici e amici degli amici!!
Abbiamo una classe politica incapace e corrotta fino al midollo..SONO UN COMITATO D'AFFARI, dei cittadini e dei loro problemi non gliene può fregare di meno.
Stanno arraffando tutto il malloppo possibile poi tra qualche annetto staranno in qualche paradiso fiscale a godersi il frutto della loro rapina alla collettività. Non hanno idee ma solo una furia di guadagno illecito incontenibile. Basta aprire i giornali, anche stamattina..(fino a quando non calerà il bavaglio..)

Alessandro ha detto...

>>>Anche il cittadino sensibile e collaborativo cosa fa? Si tiene i sacchetti di vetro e plastica in casa?<<<

Non puzzano mica, a differenza dell'umido. Quindi non ci sono problemi a tenerli in casa. Io faccio così. I cassonetti della raccolta differenziata sotto casa mia non sono mai stracolmi, comunque.

nokia1 ha detto...

Comandante dei ROS condannato per aver costituito un’associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, peculato e falso.
Scusate è il capo dei ROS dei CARABINIERI !!
Presidenti di regioni condannati per associazione a delinquere, corruzione, falso; la cricca di Anemone, Bertolaso i suoi massaggi al Salaria Village; Verdini indagato, il faccendiere Carboni, 30 anni di attività massonica con tutte le forze politiche, condannato per il crack Ambroveneto, e ancora opera riunisce, smazzetta soldi, corrompe.
Però se non passa la legge sulle intercettazioni sono guai, o quella anti corruzione che vieta al politico di essere rieletto nei 5 anni successivi, depenalizzazione del falso in bilancio... Ma come si fa ?

Les ha detto...

Si fa.
Si va avanti e si cerca quelli meno peggio, quelli onesti.
Collaboriamo con loro per diffondere le buone pratiche del decoro a Roma.

pasquino ha detto...

Alessandro, forse tu non hai bambini piccoli in casa..e magari hai anche una casa grande.
Anche io, pazientemente, mi carico le buste in macchina e cerco un cassonetto più avanti, ma mettiti nei panni della mamma affrettata con il passeggino e la busta di rifiuti di vetro in mano..
Ci sono zone di Roma completamente abbandonate. Non tutti i romani sono zozzoni incivili! E se vuoi collaborare l'AMA e i Vigili ti guardano come un marziano o un fastidioso rompipalle..parlo per plurime esperienze

Alessandro ha detto...

OT: notizia sconcertante. Assolto Bros perché «I suoi graffiti non sono punibili». Il tribunale di Milano si conferma poco credibile, imho.

Riprendiamoci Roma ha detto...

Possiamo tranquillamente scendere in piazza a ripulire la città senza temere nulla. Se chi devasta la città non è punibile, non vedo perché debba esser punito chi la ripulisce.

A proposito, è prevista qualche passeggiata a luglio?

Les ha detto...

cerchiamo di organizzare qualcosa la prossima settimana

Riprendiamoci Roma ha detto...

tipo venerdi, io ci sarei... quanti siamo a roma?

Anonimo ha detto...

non é necessario andare a berlino per vedere come si fa la differenziata. basta vedere ferrara, verona, milano....
personalmente non mi frega niente di quello che pensano i turisti,mi interessa molto di piu il mio vivere quotidiano.il buon esempio é bene cercarlo in casa propria.
comunque credo che per un cambio che altrove richiede un paio d'anni a roma ce ne vogliono 20.
fate bene a denunciare, ma purtroppo roma é cosí statica che forse i vostri figli, forse, vdranno qualcosa di diverso.voi scordatevelo

Les ha detto...

sei tu che non ci credi, noi sì

Anonimo ha detto...

ma i cittadini romani che hanno nel cervello?!?!?

http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/10_luglio_13/rifiuti-differenziata-1703370563329.shtml

non è possibile che la gente creda che la città sia piu pulita. Mi rifiuto di credere che i romani non riescano a vedere lo schifo più totale che soffoca la città! Poi è normale che questa cultura generi gente come i vari sindaci che si sono susseguiti durante gli anni. Noi romani non amiamo la nostra città, e ce ne freghiamo se abbiamo la capitale più sporca d'europa, tanto "c'avemo er colosseo e li fori...". Sono desolato della situazione attuale, e onestamente non vedo un futuro roseo per la nostra capitale, anche perchè se è vero che la gente nota dei miglioramenti veri, c'è il rischio concreto che Alemanno venga rieletto per le prossime elezioni, e allora, mi dispiace, ma sarà la fine di Roma..

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO