Se questo è l'avvenire...

venerdì 14 maggio 2010


Adesso basta. Qualcuno ci liberi da questo schifo una volta per tutte. Non è possibile che ogni volta che c'è un convegno, una festa, una ricorrenza, qualsiasi cazzata, Roma finisca incartata in questo modo. Non è possibile. Dov'è finito l'impegno del Sindaco contro le affissioni? Le belle parole spese sul Corriere della Sera nei confronti dei cittadini stacchini? E il PD, perché continua a segnalarci via email iniziative di defissione e poi devasta i muri in questo modo? Ci stanno pigliando per il culo o cosa? Ribelliamoci, strappiamo tutto, organizziamo proteste, sit-in, mandiamo e-mail, lettere ai giornali. Creiamo una massa critica e mandiamoli affanculo tutti, dal primo all'ultimo, o costringiamoli a cambiare. Non è possibile nel 2010 tollerare questo schifo. Non è più possibile. Questo schifo non esiste in nessun angolo del mondo. Ma quale credibilità pensano di avere? Se coloro che dovrebbero governare il nostro paese, amministrare le nostre città, sono i primi a dare il cattivo esempio? A questo punto ritiro quanto detto, è perfino inutile continuare a chiedervi di strappare. Non è più una richiesta, ma un obbligo morale. Strappare, per una persona civile, dovrebbe essere la regola. No, da oggi non ve lo diremo più. Da oggi andremo ad alzare la voce nelle sezioni. Da oggi cominceremo a parlare direttamente con la gente. Da oggi passeremo ad organizzare manifestazioni. Da oggi chi non fila dritto non sopravviverà (politicamente, si intende). Non faremo prigionieri. Io sono incazzato nero, e tutto questo non lo accetterò più. Questa sarà la frase che i romani pronunceranno nelle piazze, che insegneranno ai propri figli, che scriveranno sulle schede elettorali. Questo è l'avvenire che vi aspetta.

16 commenti:

Les ha detto...

"Eh, 'o so ma 'o fanno tutti", risposta probabile.
-
"So artri i probblemi", e parcheggiano sulle striscie.
-
"Ma che fastidio te danno" e incartano i pali con la pubblicità.
-
"Mica stamo in Svizzera" e imbrattano ogni cosa con i graffiti.
-
"Pure noi dovemo vive" e piantano i cartelloni dove gli pare.
-
"Ma li cassonetti so' pieni" e buttano la monnezza per terra.
-
"Ahò, noi semo artisti che volemo colorà 'a città" e ti scrivono pure sul portone di casa.
-
Come abbiamo fatto a cadere così in basso!

asgard1 ha detto...

Nel mentre, ecco un articolo del "Corriere della Sera" su cosa cercano di fare a Milano per ridurre il fenomeno...:

http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/10_maggio_13/telecamere-intelligenti-de-corato-writer-1703012864173.shtml

Alessandro ha detto...

Che tristezza...

Anonimo ha detto...

Riprendiamoci, il PD vi manda l'email perchè sa che siete manovrabili . Mi sembra ovvio .

Les ha detto...

Eravamo alla pulizia del colonnato di Piazza Vittorio promossa dal PD Esquilino, ecco perché ci mandano le mail.
Lo ripeto: noi collaboriamo con chi organizza sit-in antidegrado, sabato saremo all'Eur con il patrocinio del Comune.

nokia1 ha detto...

Era il 1309 quando il Comune di Siena decise di tradurre in volgare l’insieme di norme e leggi che regolavano la vita pubblica così da renderle comprensibili anche a chi non conosceva il latino.
Quì sono scritte in italiano, ma evidentemente incomprensibili, anche a chi le ha scritte.
Chi governa, si legge nel Costituto del 1309, deve avere a cuore "massimamente la bellezza della città, per cagione di diletto e allegrezza ai forestieri, per onore, prosperità e accrescimento della città e dei cittadini" .
DALLA COSTITUZIONE DI SIENA DEL 1309: E PER ROMA ???

Les ha detto...

Il passo del Costituto Senese rappresenta il credo di Riprendiamoci Roma.

Anonimo ha detto...

I manifesti secondo me sono un elemento caratteristico di Roma, a me piacciono molto...

Riprendiamoci Roma ha detto...

Mettiteli in salotto se ti piacciono.

Anonimo ha detto...

Cambia città se non ti piacciono.

Anonimo ha detto...

E' dagli anni 60 che a Roma si affigge sui muri, sono un elemento caratterizzante... i graffiti sono ovunque e sono effettivamente sgradevoli, i manifesti sui muri li trovi solo a Roma. Senza manifesti Roma non è Roma.

Les ha detto...

In futuro, Roma non avrà più manifesti sui muri.
Sarà la Nuova Roma, capitale all'altezza dell'Europa.

Antonio ha detto...

@ Anonimo delle 18.06
Be allora perchè non offri i muri esterni e interni della tua casa per far affiggere questi meravigliosi manifesti?? Perchè non ti fai coprire anche l'auto? Siccome sono 40 anni che la gente si comporta in maniera incivile è normale che diventi un elemento caratteristico, è verissimo.......... se ti abitui allo schifo e a viverci in mezzo però...io ad esempio non ci riesco ad abituarmi.

Anonimo ha detto...

Se vogliono venire ad attaccare sul muro di casa mia, sono i benvenuti...

Anonimo ha detto...

Quoto l'anonimo...cosa c'è di male in qualche bel manifesto/cartellone o altro ? In passato hanno attaccato anche il giodizio universale di Michelangelo, dicendo che c'erano troppi nudi...non per niente li fecero coprire da "braghettone" . Sono i benvenuti anche nel mio palazzo !

Alessandro ha detto...

Attacchini di professione, eh?

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO