Nell'attesa

venerdì 7 maggio 2010


Alle volte si può impiegare il tempo in maniera proficua. L'altro giorno avevo un appuntamento con un mio amico a Piazza San Giovanni di Dio. Arrivo puntuale come un orologio svizzero e mi siedo alla fermata dell'8. Dopo qualche minuto mi squilla il telefono: "Ohi, sono io. Scusami ma sono in ritardo. Arrivo tra un quarto d'ora". Decido allora di farmi un giro per le strade del quartiere Monteverde, tanto per ammazzare il tempo. E cosa scopro? Decine e decine di volantini abusivi che, in barba all'ordinanza, se ne stavano tranquillamente appollaiati sui tergicristalli delle auto. In meno di 10 minuti ne ho fatti fuori una trentina, con la gente che mi guardava strano senza capire perché stessi facendo quella cosa. Avranno forse pensato che io fossi un vandalo, che stessi lì a sporcarmi le mani per divertimento, per fare una bravata. O magari che io fossi il proprietario di una concessionaria rivale o un dipendente Fiat cassintegrato. O magari ancora, il figlio di un piccolo boss di quartiere, "e che sia chiaro che senza il pizzo, a Monteverde, la pubblicità sui tergicristalli non la può mettere nessuno". Eppure bastava guardare in terra per rendersi conto dei motivi che mi spingono a rimuovere volantini dai tergicristalli. Basterebbe guardare più spesso in terra per rendersi conto di quanta cartaccia ogni giorno finisce dritta dal tergicristallo all'asfalto all'arrivo del proprietario dell'auto non interessato da questa invadente e incivile forma di pubblicità. Una forma di pubblicità selvaggia che, giova ricordarlo, costituisce la prima causa di sporcizia delle strade. Finito il mio "mini-tour depuratore" per le strade di Monteverde, metto il "bottino" di volantini nello zaino, mi lavo le mani alla fontanella, un goccio di Amuchina e mi risiedo ad aspettare il mio amico. Il quale arriva pochi minuti dopo.

19 commenti:

Riprendiamoci Roma ha detto...

URGENTE! Leggete tutti l'email con oggetto TRASTEVERE

Marcello ha detto...

Anche a San Lorenzo hanno ricominciato con i volantini sulle auto, cosa che da' ancor piu' fastidio in questi giorni di pioggia.
In particolare, l'ACI di viale Scalo San Lorenzo ha disseminato centinaia di volantini sui parabrezza... non sarebbe carino raccoglierne un bel po' ed andare a riportarglieli con telecamera al seguito, a mo' di Iene?

asgard1 ha detto...

Ma mi dico, le MULTE alle ditte che si servono di questa INDEGNA campagna pubblicitaria tramite volantini, no? E i "vigili urbani" COSA CASPITA FANNO? Perché non sanzionano? DOVE SONO I CONTROLLI? DOVE LE MULTE?

Anche io passavo per Monteverde: una INDECENZA ASSOLUTA, tra INVASIONE di CARTELLONI PUBBLICITARI e VOLANTINI OVUNQUE.

Che tristezza. M'auguro che la Magistratura faccia chiarezza anche su questo.

Alessandro ha detto...

I vigili urbani dicono che le multe le fanno...Perché si procede d'ufficio, anche solo facendo un censimento di questa robaccia.

Però siamo lontani dalla cancellazione totale del fenomeno.

P.s. Perché non c'inventiamo una pettorina che spiega il perché di questi gesti di ripulitura gratuita? Così magari anziché le facce stupite troveremmo volti sorridenti e stimoleremo la voglia dei cittadini per bene.

Anonimo ha detto...

Sì, anche se gli chiedi se fanno le multe per divieto di sosta ti dicono che le fanno. :D

Qualcuno aveva creduto che fosse vero l'impegno anti-pubblicità?

degradodivarese ha detto...

io 3 anni fa mi ero fatto fare una maglietta con su scritto "responsabile decoro urbano comune di .." !

Riprendiamoci Roma ha detto...

Che figata...!! ma è legale?? In alternativa potremmo indossare le pettorine arancioni fosforescenti e magari scriverci sopra "volontario anti-degrado".

Les ha detto...

anonimo, noi siamo pro-pubblicità e anti-locandina sui pali e volantino sui tergicristalli!

francy ha detto...

oggi anch'io ho staccato un po' di vendesi dai pali nell'attesa dell'apertura di scuola.
effettivamente la gente ti guarda con sospetto, che non ha se attacchi qualcosa.
paradossi italiani

Antonio ha detto...

E' questo il bello, il 90% finisce regolarmente per terra volutamente o perchè messi in malo modo, vento etc etc...e tutti continuano a far pubblicità cosi...ristoranti, agenzie di prestito, semplici aziende...

Io ho tolto un cartello affitasi garage plasticato bello duro attaccato ad 1 PINO e me ne sono fregato altamente di chi passava e di cosa pensava, anzi voglio proprio che la gente mi veda....altri 2 cartelli vendesi nuovi nuovi attaccati a dei pali...si si continuate ad attaccare cartelli..

Alessandro ha detto...

Antonio ma così non capiscono... Se ti vedono e non capiscono è inutile che ti vedano.

Facciamole queste pettorine con scritto volontario-antidegrado. Ci costerà poco!

Riprendiamoci Roma ha detto...

Alessandro, sai dove si possono fare?

Riprendiamoci Roma ha detto...

Intendevo, sai dove si possono far fare? C'è qualche negozio? Io conosco un negozio che fa scritte sui cappellini, sta a Via Cipro e ce n'è anche uno a Piazza dei Consoli. Non so se scrivono pure sulle magliette.

Antonio ha detto...

Be io la maggiorparte di queste azioni le faccio durante il lavoro...facendo il postino (per TNT Post) giro quotidianamente il centro in bici...appena vedo qualcosa che non ci dovrebbe essere....intervengo...

sessorium ha detto...

La cosa più insensata è che è aumentato il degrado di locandine e volantini dopo la firma della delibera. Come se, letti i contenuti, gli imbrattatori avessero capito che non c'era granché da temere...

Alessandro ha detto...

Volantini no, da me sono nettamente diminuiti sulle macchine.
Locandine sì, purtroppo sono affisse ovunque.

Bravo Antonio!

@Riprendiamoci Roma
Non conosco negozi che facciano questo servizio. Però, anche solo comprando le pettorine luminescenti si potrebbe far scrivere "volontario anti-degrado" in negozi che lo fanno (sartorie, negozi che vendono maglie di calcio, etc.)

Riprendiamoci Roma ha detto...

Qui da me è tutto esattamente come prima. L'ordinanza si è fatta apprezzare giusto nella prima settimana.

Alessandro ha detto...

Da me prima se ne trovavano 2-4 contemporaneamente. Ora è quasi la norma non trovarne attaccati ai tergicristalli.

In compenso sono aumentati affittasi, stickers, locandine... Pertanto il livello di degrado, più o meno, è sempre lo stesso.

Alessandro ha detto...

Per non parlare dei bimbiminkia che scrivono sui muri...

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO