Interrare le auto, pedonalizzare le strade

mercoledì 14 aprile 2010


Salutiamo con enorme soddisfazione la nascita del nuovo blog Pro Pup Roma. Finalmente una voce fuori dal coro che si leva a difesa di opere sacrosante, contro le sterili e inconsistenti polemiche dei seguaci sfegatati del NIMBY. Siamo stanchi di una città condannata a vivere nel medioevo per mancanza di coraggio. Si vuole discutere sul parcheggio? Benissimo, lo si faccia pure, ma senza mettere in discussione la necessità dell'opera. In tutta Europa si costruiscono parcheggi sotterranei, e difatti le strade sono sgombere dalle auto e pedonalizzate. In Italia no, i parcheggi sotterranei non si costruiscono, e difatti le auto sono parcheggiate lungo le strade, anche se si chiamano "Via Giulia". Al Liceo Virgilio un parcheggio esiste già. Si estende da Largo Perosi a Vicolo della Moretta, passando per Via San Filippo Neri. Un osceno buco nero partorito dalla furia devastatrice del "piccone selvaggio" e invaso da un groviglio informe di lamiere. Lamiere che non disdegnano di invadere anche Via Giulia, strada pedonale solo sulla carta, in realtà un immenso parcheggio abusivo (vedi foto sopra). Cosa avrebbero fatto in Europa? Avrebbero costruito un parcheggio sotterraneo, con ingresso dal Lungotevere, avrebbero tolto tutte le auto dal Rione Regola e pedonalizzato integralmente Via Giulia ricostituendole l'asse perduto dopo aver integrato l'area sventrata di Vicolo della Moretta e Via San Filippo Neri con architetture di qualità. Questo è quello che si fa in un paese civile. E tutta l'area ne sarebbe uscita fuori riqualificata e finalmente restituita alla dignità che merita. Ma questo è quello che accadrebbe in Europa. Qui siamo in Italia, qui si aprono comitati contro qualsiasi cosa, qui si affoga il futuro di una città. Una sola parola d'ordine: interrare le auto e pedonalizzare le strade.

18 commenti:

sessorium ha detto...

Abbasso il Nimby e viva i parcheggi regolari. Via le auto da Via Giulia, si alle auto sotto Via Giulia. Togliere di mezzo le automobili dalla città!

Riprendiamoci Roma ha detto...

I residenti città storica sembra ne vogliano discutere seriamente.

http://coordinamentorcs.blogspot.com/2010/04/megaparcheggio-sotto-via-giulia.html

Les ha detto...

quelli del Virgilio si lamentano del degrado?
Ma guardassero il loro istututo, un vero pugno in un occhio per chi passeggia sul lungotevere!

Anonimo ha detto...

Sì ai parcheggi, anche a costo di dover sacrificare reperti sotterranei... comunque destinati a rimanere preclusi alla vista...

Renato

Anonimo ha detto...

MAI NESSUNA strada o piazza, centrale o periferica, è stata POI PEDONALIZZATA dopo al costruzione dei PUP "vero affare per i soliti noti" , nè tanto meno, è diminuito il traffico o aumentata la disponibilità di pooosti maghina in superficie.

Della bellezza e vivibilità condivisa e diffusa a questi ORIDI palazzinari e loro esecutori amministrativi non frega una mazza, mi sembra così lampante...o forse il troppo evidente abbaglia?

Anzi, QUALSIASI URBANISTA SERIO e ONESTO (mmmh.... già siamo in difficoltà a BANANAS) sa benissimo che queste operazioni obsolete andavano bene solo negli anni'60, ma poi si è VISTO CHIARISSIMAMENTE che illudono il pigropanza medio subitalico e finiscono per ATTIRARE ALTRO TRAFFICO e acquisti di altre auto, smart, microcar e scuterattoni antiZTL, scorciatoie private ai gazzi propri in un vortice senza uscita.

e DIVINA STRADA GIULIA concentrato di storia e armonia RinascimentaLE E bAROCCA non merita l'osceno E ISTERICO assedio di lamiere che se ne sbattono impunite dell'ovvio ma ignorato doppio divieto di fermata.

E nulla cambierà COME ALTROVE DA SEMPRE con il parcheggio, anzi ci saranno NUOVE E CRESCENTI PRETENZIOSITA' INCIVILI da un popolo lamentoso e viziato.

E il Virgilio continuerà a fare schifo sia per l'imbecillità vuota dei suoi bambocci writers, ma anche e soprattutto perchè sconta inesorabilmente la FERITA DEMENTE fatta negli anni'40 alla ricerca di un altro feticcio : la modernità di strade "larghe" che dovevano svecchiare il Centro più bello e fragile del Mondo.

Come all'ARA PACIS,
a S.Paolo alla Regola,
alla Cancelleria,
ai Massimi,
a S. Maria della Pace

queste meraviglie fonte di reddito turistico per tutti e di identità culturale e e sociale si SGOMBRINO PRIMA DI LAMIERE, prima di qualsiasi altro discorso...

solo a BANANAS CITY succede questo !

Anonimo ha detto...

se siamo bananas city è anche grazie a gente come te :-)

Anonimo ha detto...

Rip. ti rendi conto che stai ripetendo a memoria (compresi i punti e le virgole) la lezione del tuo dio padrone tonelli ?

Riprendiamoci Roma ha detto...

Ecco Anonimo, su questo però possiamo discutere, esigendo che a seguito della realizzazione del parcheggio si pedonalizzi la strada! Questa è una cosa che può essere proposta, anziché il banale no al parcheggio senza sé e senza ma. Così come si deve discutere della qualità del progetto (a quanto ho letto stamattina sarebbe stato firmato da un GEOMETRA). Ma che lì ci vada un parcheggio, su questo non ci piove.
In alternativa, pedonalizziamo Via Giulia senza fare il parcheggio e senza vere metropolitane né bike sharing. Così la gente sarà costretta a vendersi il SUV o il Mercedes appena comprato perché non può più parcheggiarlo sotto casa. Ti pare una ipotesi fattibile? A me no. Secondo te il Comune firmerà mai un progetto tanto impopolare? Secondo me no.

Un'ultima cosa. E' vero che all'estero non si fanno più parcheggi. Ma non si fanno più perché ce ne sono già tanti. Farne di nuovi non cambierebbe nulla, anzi sarebbe un incentivo ad usare l'automobile. A Roma la situazione è drammaticamente diversa. Qui non si sono parcheggi, la gente parcheggia in mezzo alla strada, in mezzo alle piazze, sui marciapiedi. Ci sono vicoli storici e piazzette deliziose attanagliati e massacrati da cumuli di lamiere!
E non ci sono metropolitane e non c'è il bike sharing. E siamo la città col più alto numero di auto per 100 abitanti. Non se ne esce.

Riprendiamoci Roma ha detto...

Un'ultima cosa: cominciamo a chiamarlo "parcheggio del Lungotevere", o "parcheggio di Largo Perosi".

Anonimo ha detto...

Si certo, tutto quello che dici sarebbe base di discussione seria in un Paese Civile, ma mi dispiace insistere,

a BANANAS CITY

le splendide fontane della limitrofa e da tempo già "pedonalizzata" Piazza FARNESE sono PERENNEMENTE OSCURATE da decerebrati, furbetti, galoppini e generici SUVnormali.

lo stesso dicasi ormai anche a piazza NAVONA !!!

E stiamo parlando di gioielli assoluti, ma ce ne sono decine di vie e piazze meravigliose offese e svilite da cotanta miseria umana


Nessun PUP ha portato a pedonalizzazioni, MAI!

Nè in Centro, nè in periferia.

E insisto nemmeno a riduzioni di traffico o aumento disponibilità parcheggi del quartiere, perchè cmq aumenta esponenzialmente la convinzione che "senza la maghina mia 'ndo vado" ? Esempio sintetico e tragico: piazza Cesare Baronio, oribile, anni per fare il PUP , adesso ancor più oribile malgrado il bell'edificio ottocentesco della Zecca e la splendida Fontana Romana del II secolo e cmq mai con posti disponibili...MALGRADO LA COMODISSIMA FERMATA della LINEA A a 150 metri (Furio Camillo). Molti si vantano (è vero !!) di non esserci mai saliti e non conoscono il bus che ferma sotto casa.

Sul LungoTevere le poche risorse scampate al saccheggio DEVONO essere investite per TRAM e CICLABILi come "banalmente" fatto in tutta l'Europa Civile, anche la meno ricca

stimata e invidiata dagli stessi BANANAS in gita turistica che invece qui snobbano appunto anche quelle poche linee efficienti e si inventano artifici incredibili per portare il feticcio fin dentro il cuore della martoriata Roma

Quei BANANAS rozzi petulanti, piagnoni, vittimisti e fieramente ignoranti che smetteranno di parcheggiare a via Giulia (e piazza Farnese e piazza Navona) solo se OBBLIGATI da una politica repressiva seria o, meglio da ostacoli fisici.

Ma la storia recente non insegna nulla?

Riprendiamoci Roma ha detto...

ma certo, ma quelle piazze che tu citi sono state pedonalizzate senza costruire parcheggi alternativi per chi ci sostava. Le piste ciclabili non necessitano di un grande investimento, il bike sharing si può avere addirittura gratis, il tram nei vicoli non può passare, al massimo puoi farlo andare su Via Nazionale e Corso Vittorio. Servono ANCHE parcheggi.

Anonimo ha detto...

Anche, anche , certo ma dopo, DOPO TANTE altre cose di civiltà urbana...

e invece a BANANAS CITY sono anni che si fanno SOLO quelli...

Cmq scommettiamo che se fanno tutti i parcheggi che vuoi TRA DIECI ANNI la foto di via GIULIA oltraggiata dai feticci dei decerebrati sarà I D E N T I C A ?

scommessina?

Riprendiamoci Roma ha detto...

I parcheggi sotterranei sono opere di civiltà urbana. Prova ad entrare a Parigi da una qualsiasi arteria, la prima cosa che vedrai sono i cartelloni con i parcheggi, con tanto di ubicazione, km, e numero di posti liberi.

Anonimo ha detto...

Il semivuoto parcheggio sotto piazza di Siena e i SUVnormali arrampicati sui limitrofi marciapiedi possono aiutare a capire?

Riprendiamoci Roma ha detto...

Anonimo, è ovvio che se tu fai un parcheggio a pagamento e poi lasci la possibilità alla gente di entrare nel tridente con la macchina, parcheggiando più vicino e senza spendere 1 euro, la gente sceglierà di posteggiare il SUV sul marciapiede. Quello che diciamo noi è ben diverso: parcheggio + PEDONALIZZAZIONI (con tanto di colonnotti a chiudere le strade). A quel punto o la macchina la metti sottoterra o al centro ci vieni a piedi o coi mezzi. Bisogna lasciare transitabli alle auto solo le grandi arterie di scorrimento, pedonalizzando tutti i vicoli e le viuzze del centro.

Anonimo ha detto...

Così approverei in pieno, ma mi sà che siamo i soliti 4 gatti...e fatto lu parcheggio fregato lu santo

fitzcarraldo ha detto...

Il problema dell'inciviltà fa il paio col NIMBY e col benaltrismo. Ormai il saccheggio barbarico del centro storico di Roma è alle battute finali: oggi sono andato a salutare dei vecchi amici artigiani nel Rione Monti: un'invasione di pub, finti B&B, baretti, localetti trash e after hour..i riti della falsa trasgressione alcoolica hanno fatto lievitare gli affitti in maniera pazzesca..quasi tutti gli artigiani hanno chiuso e finti pub stile irlandese o celtico (ma annatevene affanc....!!)hanno preso il loro posto. Loro sono tanti, ricchissimi (si sa da dove provengono i soldi..)ferocemente determinati a fare soldi sul mito della falsa trasgressione, della sbronza coatta, dell'insopportabile tatuaggio tribale. Tutto il centro è ormai in mano a questa gentaglia complice del degrado estremo...noi ce provamo ma...

Anonimo ha detto...

E l'orrore mediasetticemico della trasgressione più che finta OBBLIGATORIA si MUOVE IN MAGHINA e in SCUTERATTONE e quindi il bamboccio decerebro-viziato pretende il pooooosto, per questo va tutto PEDONALIZZATO e buttati a Tevere tavolini e Stufone selvagge. Il Centro è una meraviglia internazionale fonte di reddito per la città ma ormai ostaggio di questo ORRORE

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO