Il 17 aprile tutti a Trastevere!

martedì 13 aprile 2010


Ricevo e inoltro: Il Comitato Vivere Trastevere lancia la campagna "Adotta il tuo vicolo". Lo scopo è quello di ripulire il nostro rione da tutte le scritte e manifesti vari dai muri deturpati dei nostri palazzi. L'idea è nata dai contatti presi con la Fondazione Garibaldi, promotrice dell'iniziativa "Retake Rome", a cui ha aderito l’Associazione delle donne americane a Roma. L'intento è quello di incoraggiare i cittadini (giovani e anziani, romani e stranieri) ad intraprendere azioni concrete e positive e favorire un migliore senso civico. La pulizia avverrà con supporto tecnico dell'ufficio decoro dell'Ama, che fornirà il materiale necessario. Una dirigente della Soprintendenza alcuni giorni prima farà un giro per i vicoli destinati alla pulizia per decidere, per ogni edificio, il colore adatto una volta cancellata la scritta deturpatrice. Il Comune, grazie all'interessamento e alla partecipazione del delegato del Sindaco per il centro storico Dino Gasperini, fornirà anche un barattolo della tinta indicata. Un gruppo di giovani dell'associazione "Riprendiamoci Roma" parteciperà soprattutto per staccare tutti i manifesti ed adesivi che insieme alle scritte invadono e sfregiano il nostro rione. La prima manifestazione si svolgerà sabato 17 aprile dalle ore 14:00 alle ore 18:00. Appuntamento a Piazza Trilussa alle ore 14:00. All'inaugurazione saranno presenti i tre ambasciatori statunitensi (Stato Italiano, Vaticano e Fao) e probabilmente il Sindaco Gianni Alemanno. Le zone da pulire in questo primo appuntamento sono: Ponte Sisto, Piazza Trilussa, Via Benedetta, Vicolo del Bologna, Via del Moro, Vicolo del Cinque, Via della Pelliccia. Saranno formate squadre per ogni vicolo. Invitiamo tutti i lettori del blog a partecipare e a spargere la voce il più possibile.

22 commenti:

Anonimo ha detto...

wow anche alemanno che si farà fare le foto con la raschietta e poi andrà a salutare i suoi amichetti di casa pound che hanno massacrato piazza vittorio coi loro manifestini (ordine, legalità e disciplina le loro parole d'ordine!!!!!). Ma sta gente la parola ipocrisia la conosce?

MBru ha detto...

Evento e manifestazione Importantissima. Io vivo a NordEst. Nell'africano, conduco una battaglia giornaliera contro tutto quello che viene attaccato ai pali dei cartelli stradali, dalle sigole locandine, ai molteplici annunci di vendita/affitti case che le agenzie attaccano in modo illegale.
Stacco tutto, non ne faccio passare nessuno. Forza e Coraggio.

mirko

Anonimo ha detto...

perchè Alemanno?
Ha fatto l'ordinanza anti-graffiti e non è nemmeno capce di farla rispettare. Non dovreste dargli l'occasione di farsi bello con questa iniziativa.

Ricordatevi che i cittadini agiscono perchè costretti dall'incapacità del Comune!

theDRaKKaR ha detto...

per anonimo e anonimo

Alemanno non può prendersi nessun ruolo né farsi bello con nessuna iniziativa antidegrado, ma è il benvenuto come sarebbero benvenuti Zingaretti e Polverini o qualsiasi altro amministratore di destra sinistra alto basso su giù centro

ché il movimento antidegrado è trasversale e democratico, lotta e agisce per avere amministratori seri e onesti, che fanno rispettare le regole, quale che sia il colore politico di cui si ammantano

lasciate stare fuori del movimento le piccole beghette politiche da fascistelli e comunistelli di borgata, non ci interessa questo modo di fare clientelare e ideologico che ha portato allo sfascio una città intera, che ognuno si prenda le sue responsabilità senza nascondersi dietro improbabili motivazioni ideologiche: datevi da fare a combattere il degrado di questa città, insieme

Anonimo ha detto...

Anche io che sto dalle parti di Piramide, cerco di staccare il più possibile volantini e manifestini-schifo dai semafori.
In sostanza sono il MBru dell'Ostiense.
L'unico modo in cui questa città può cambiare è con queste spinte dal basso.

Mc Daemon

Anonimo ha detto...

AleDANNO ????
Ma che faccia tosta, il firmatario della delibera 37/2009 che STA SEPPELLENDO Centro e Periferia di cartelloni di ogni misura e squallore...

Si porta dietro pure BORDONI?

passa anche Liudmilla Cartellova?

Riprendiamoci Roma ha detto...

Il movimento dei blog antidegrado è apolitico. Si va a Trastevere a ripulire. Poi se ci sarà il Sindaco, chi vorrà potrà contestarlo oppure stringergli la mano, fargli notare lo scandalo cartellopoli o le buche per strada. Ma sabato si va a pulire Trastevere, punto e basta! E' un'occasione d'oro e non possiamo lasciarcela sfuggire.

Riprendiamoci Roma ha detto...

A noi serve andare lì e prendere contatto con i commercianti e i residenti per porre le basi necessarie per replicare l'iniziativa. Anche ogni settimana, se necessario. C'è da ripulire tutta Roma, e possiamo farlo solo se questo virus positivo del volontariato antidegrado cresce e si diffonde.

Les ha detto...

io non potrò esserci per motivi di lavoro, ma voi partecipate in massa, eh?!

Anonimo ha detto...

Sono l'anonimo del commento #3.

Secondo me, se il vostro movimento è apolitico, il sindaco (in quanto uomo politico per eccellenza) non c'entra niente. Al massimo ci dovrebbe essere il capo dei vigili o il prefetto.
Se invece vi rapportate con le istituzioni politiche della città, il vostro movimento è per forza di cose "politico".

Comunque per quanto mi riguarda, criticare la presenza del sindaco a un'iniziativa antidegrado non è entrare in una logica fascistelli/comunistelli (come dice il commento 4), nè adottare un modo di fare clientelare e ideologico, ma semplicemente esprimere un'opinione.

Vi consiglio più tolleranza con le critiche.

Antonio ha detto...

Se solo fossi romano... :D Gente....... mobilitatevi su....è ora di riprenderci le nostre strade e città.

Cmq ho iniziato a pulire anche io qualcosa...alcuni cartelli stradali e fermate autobus!

Anonimo ha detto...

spiace per i secredenti "puri" ma ogni scelta della la Vita è POLITICA:

il novello "sponsor" Geppettosson del decoro

in effetti quand'ero ragazzo mandava avanti l' artri picchiatori un pò più dotati(RETROMANNO)

poi, come il su'partito s'è dato 'na ripulita (mmmhhh...), rimanendo di più in doppiopetto (l'ALAMANNO)

poi, la sciagura de unisse al Padrone de Arcore e soprattutto diventà Sindaco (ALèDANNO)

Bel "Decoro"...Davvero

(Ma allora Liudmilla ce sarà?)

marcoboh ha detto...

alemanno? e vi dichiarate apolitici?
addio.

Riprendiamoci Roma ha detto...

Fatemi capire: non dovremmo andare solo perché c'è il Sindaco? A noi non frega nulla della politica ci interessa solo della nostra città. Credevo fosse chiaro a tutti.

n@po ha detto...

E'un'occasione importante per far conoscere il lavoro di questo blog anti-degrado. Se fossi di Roma, verrei di corsa a Trastevere!

Riprendiamoci Roma ha detto...

A noi non risulta che l'iniziativa sia stata promossa dal Comune. Chi vuol venire venga.

Les ha detto...

incredibile, vorrei sapere da quelli che fanno i puristi se ci saranno a pulire Trastevere sabato pomeriggio, oppure saranno a lamentarsi di Alemanno senza alzare un dito.
L'iniziativa di sabato è organizzata dalla Fondazione Garibaldi e l'American University of Rome e Alemanno e co. non possono strumentalizzarla per il semplice motivo che siamo i primi a criticare il suo operato, poi se inizierà a far rispettare le ordinanze antidegrado, gli daremo atto del cambio positivo.
Ma i cartelloni non li dimentichiamo!

mrqualcuno ha detto...

sai qual'è il problema Les che alla fine di voi, dei blog e dei cittadini antidegrado, della Fondazione Garibaldi e dell'American University of Rome, non ne parlerà nessuno se non la solita giornalista del Corriere della sera. Tutte le attenzioni saranno per quei politicchetti da 4 soldi che ci ritroviamo che sfrutteranno il momento per farsi belli davanti alla massa ignorante e menefreghista.
In pratica vi utilizzeranno e sfrutterranno per far passare il messaggio che loro sono contro il degrado della città, quando in realtà ne sono gli artefici.
Credo che partecipare con loro a questa iniziativa significhi solo fare il loro gioco. Nessun blogger o cittadino (che non sia segnalato dagli stessi politici) avrà diritto di parola; sarete ripresi solo mentre sgobbate, mentre il vostro sindaco dirà che lui è bravo e bello, che ha fatto l'ordinanza anti degrado(che chiaramente non è servita a nulla visto come i suoi colleghi si sono comportati in campagna elettorale)migliore del mondo, magari porterà pure i suoi scagnozzi di casapound e similari, ecc ecc e voi sarete solo dei fantocci, delle comparse..
Non entro nella logica destra/sinistra visto che i guai sono bipartisan ma credo anche che sia il caso di ripensare seriamente a queste iniziative che possono rivelarsi solo dei boomerang per chi come voi (e noi) stanno cercando di migliorare la cultura del vivere civile e della socialità. Il partecipare senza se e senza ma non sempre può risultare produttivo.
Personalmente con questi personaggi che si ostinano a definirsi amministratori e politici non volgio spartire nulla di nulla.

Marcello ha detto...

Neanche a me piace l'idea che il Comune cerchi di mettere il cappello sull'iniziativa, ma tra pulire Roma e non pulirla, preferisco la prima.
A sabato.

Riprendiamoci Roma ha detto...

mrqualcuno, abbi fede, vieni con noi a Trastevere e guarda che succede...
Un mese fa siamo andati a dare una mano per pulire le colonne dei portici dai manifesti di Casa Pound, iniziativa organizzata dal PD Esquilino.
Essere apolitici non significa che non andiamo ad iniziative promosse e/o in cui sono presenti politici. Se qualcuno ha capito questo ha sbagliato di grosso! Noi le occasioni le prendiamo al volo tutte. I politici non sono persone fine a se stesse, sono persone che noi votiamo per un FINE ben preciso: migliorare la nostra città. Se siamo coerenti, ogni occasione per migliorare la nostra città deve essere bene accetta.

Comunque sabato ne vedremo delle belle, abbiate fede.

marcoboh ha detto...

alla fine il vostro amico e neo-sponsor alemanno s'è preso la gloria, vedi articolo su repubblica. ma a quanto pare a voi piace così, tanto che avete pure messo il link qui a destra.
buon pro vi faccia.

Les ha detto...

L'evento è stato organizzato dalla Fondazione Garibaldi, l'American University of Rome e l'associazione "Donne americane a Roma".
Gli americani hanno chiesto l'aiuto dell'AMA che ha accettato e Alemanno, saputa l'iniziativa, ha voluto partecipare.
La manovra politica del sindaco è coinvolgere i cittadini nella pulizia dei loro quartieri fornendo loro i mezzi e i prodotti.
Il grosso problema è che nessuno in Giunta ha capito che senza i protettivi che rendono i muri lavabili, i graffiti ritornano il giorno dopo.
Il Comune poi non fornisce aiuto a quei condomini che vogliono ripulire i loro palazzi dai graffiti.
Insomma il Comune non ha strategia ma solo interventi a macchia di leopardo, inutili a Roma.
E' indubbio che Alemanno stia cercando l'uso politico dei volontari ma la manovra non è riuscita per via della presenza dell'ambasciatore Thorne, molto più autorevole di lui.
Ora sta a noi volontari italiani richiamare il sindaco alle sue responsabilità.
Perciò organizzeremo sempre più iniziative autonome sui graffiti, sulle affissioni sui pali, sui cartelloni abusivi.
Marcoboh, sarai dei nostri?

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO