8-9 Aprile: tutti all'Auditorium!

domenica 4 aprile 2010


Giorni fa il blog Cartellopoli ha pubblicato un articolo su una conferenza cittadina che si svolgerà l'8 e 9 aprile all'Auditorium Parco della Musica dal titolo "Roma 2010-2020: nuovi modelli di trasformazione urbana". Sarà presente, oltre al Sindaco Alemanno, una nutrita schiera di architetti, tra cui il romano Massimiliano Fuksas, Richard Meier, Zaha Hadid e Santiago Calatrava. Un'occasione ghiottissima per portare all'attenzione dei media e del mondo civile lo "Scandalo Cartellopoli", ad oggi l'unica vera "trasformazione urbana" cui abbiamo assistito. Trasformazione che peraltro è ancora in atto, dato che l'invasione vandalico-cartellonara non accenna ad arrestarsi. E così Cartellopoli propone una sorta di chiamata alle armi. Il blog cerca volontari per organizzare un'azione di protesta forte e rumorosa. L'iniziativa prevede un volantinaggio con fogli di denuncia, che mostreranno immagini dei confronti prima/dopo e foto dei cartelloni che oscurano i monumenti storici e le architetture del '900, con una scritta a caratteri cubitali: "Ecco il modello di trasformazione urbana della nostra città". Ma ognuno può sbizzarrirsi come meglio crede, portando volantini, cartoncini, striscioni e quant'altro. A nostro avviso, questa è un'opportunità da prendere al volo per denunciare questa barbara invasione. Non dobbiamo assolutamente lasciarcela sfuggire. Invitiamo dunque tutti coloro che fossero interessati a partecipare a una o a tutte e due le giornate ad inviare una email a questo indirizzo, confermando la propria presenza. Qui trovate il Programma degli Stati Generali, qui l'elenco dei relatori. Fatevi avanti, serve l'aiuto di tutti voi.

5 commenti:

Riprendiamoci Roma ha detto...

Tra l'altro la conferenza sembrerebbe interessante.

degradodivarese ha detto...

calatrava è l'unico architetto contemporaneo che fa un architettura moderna ma anche bella.. oh mio dio, ho letto ce c'è anche fucksas..

Riprendiamoci Roma ha detto...

Perché Zaha Hadid ti fa schifo?

Les ha detto...

Ma dico, Fuksas, Portoghesi che sono romani, non hanno mai detto nulla contro i cartelloni che sono orrendi e visibili in ogni zona di Roma!
E non ho mai sentito un professore di architettura ribellarsi contro i graffiti che deturpano i palazzi di Roma, è assurdo!

Asgard ha detto...

LES hai ragione, dovrebbero instillare l'amore per l'arte anche partendo da un rigoroso senso civico: solo in una città pulita si possono godere appieno le bellezze artistiche, permettendo anche uno studio più serio, incisivo e produttivo.

E invece, guardate come è ridotta la nostra Roma, capitale d'Italia. Un enorme cartellone pubblicitario con dentro una millenaria città. Ma quando l'autorità prenderà finalmente dei provvedimenti??

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO