Nuovo blitz a Via Nazionale

giovedì 18 febbraio 2010


L'ordinanza antiaffissioni? Macché! Il disarmo bilanciato? Maddeché! In politica non contano i fatti. Basta un buon annuncio opportunamente confezionato dai telegiornali. Tanto poi nessuna troupe viene in strada ad indagare. Il cittadino medio dorme in piedi ed è troppo preso dagli affari suoi per accorgersi che qualcosa non va. E così la parte del giornalismo d'inchiesta la fanno i blog antidegrado, trasmissioni come Le Iene o Report e quei pochi giornali (leggasi: Il Corriere della Sera) che hanno deciso di prendere a cuore la battaglia contro i manifesti abusivi. Amici lettori, mettetevi l'anima in pace: i muri di Roma sono incartati come prima e continueranno ad esserlo fino alla fine della campagna elettorale. E l'AMA continuerà, com'è successo ieri, a farci la ramanzina perché sporchiamo i marciapiedi. Si, avete capito bene. La colpa è nostra perché stavolta non avevamo abbastanza sacchi per contenere i chili di cartaccia appiccicati sulle mura di Villa Aldobrandini. Agli operatori dell'AMA (che spero leggano questo blog) chiediamo: ma la stessa ramanzina che avete fatto a noi ieri sera la fate anche agli esercizi commerciali che lasciano i sacchi di monnezza in strada a tutte le ore, spesso e volentieri aperti? La fate anche ai ragazzi che trasformano Trastevere e Campo de' Fiori in un cimitero di bottiglie? Per la cronaca, al termine del blitz abbiamo lasciato tutto pulito. Alla fine ringraziamo anche l'operatore dell'AMA per averci dato altri sacchi. Il bilancio del blitz: abbiamo strappato e oscurato manifesti a Largo Magnanapoli, Via IV Novembre e Via Nazionale, spingendoci fino al Piccolo Eliseo e al traforo di Via Milano. Grazie per aver partecipato. Loro condonano, noi puliamo.

17 commenti:

Alessandro ha detto...

Ma chi commissiona paga una tariffa flat?

Se è così ormai il danno è fatto e quelli devono continuare ad imbrattare anche se è cambiata la visione d'utilità sul sistema perché non si sogneranno mai di rimborsare il committente.

Les ha detto...

Io rispetto gli operatori AMA, sono loro che non rispettano noi.
Martedì sera, sotto la pioggia, un gruppo di cittadini ha ripulito le mura di Villa Aldobrandini da orrende affissioni abusive che ne deturpavano l'aspetto.
-
http://it.wikipedia.org/wiki/Villa_Aldobrandini_(Roma)
-
Una splendida villa del 1600, affacciata su Via Nazionale.
La villa è presa di mira dalla mafia attacchina che la copre di manifesti politici abusivi.
I politici italiani distruggono il centro di Roma con i loro manifesti.
Il sindaco Alemanno non fa rispettare le ordinanze antidegrado appena entrate in vigore.
Noi, cittadini stacchini, puliamo i muri che l'AMA dovrebbe ripulire.
Ebbene, gli operatori AMA si arrabbiano con noi perché sporchiamo la strada con i rimasugli dei manifesti che dovrebbero togliere loro.
Vergognatevi, signori dell'AMA.

Anonimo ha detto...

Staccando un mega volantino da un muro, il barista mi ha chiesto perchè lo toglievo !! ( era di un'agenzia immobiliare.. )

Les ha detto...

Per i nostri concittadini il degrado urbano è la libertà di fare quello che je pare.
Se qualcuno gli fa notare il degrado, loro lo prendono come un attacco personale.

francy ha detto...

hei, ma a me è sfuggito l'appuntamento!!!
franci

Riprendiamoci Roma ha detto...

Francy! Non ti è arrivata l'email?

Alessandro ha detto...

Nel contratto di servizio tra comune e Ama sarà previsto l'obbligo di manutenzione degli arredi urbani e delle superfici murarie oltre che della pulizia delle strade? Dubito. A loro interessa solo spazzare per terra, per lo più. Salvo poi agire per conto dell'ufficio del decoro urbano.

marcoboh ha detto...

in ogni caso, ovunque i cartelloni si moltiplicano. o forse siamo noi che ora ci facciamo più caso?
http://marcobohblog.blogspot.com/2010/02/cartelloni-senza-fine.html

Alessandro ha detto...

Io c'ho sempre fatto caso. Sotto la giunta veltroniana me ne hanno piazzati 2 sotto casa, vista finestra (di cui uno crollato su un auto dopo una tromba d'aria...e meno male che era domenica, perché altrimenti la mia via è sempre piena di bambini). Con regolare licenza ovviamente, appurato da un controllo della polizia municipale fatta intervenire anche su mia segnalazione.

Il problema è che con l'ordinanza 37 di Bordoni sono scappati i buoi e ora si sta cercando di chiudere il recinto con provvedimenti di senso opposto.

Anonimo ha detto...

Quello che sta accadendo ora è scandaloso.

daniele ha detto...

Ciao, complimenti per il blitz, ne ho visto i risultati rincasando dalla stazione mercoledi' sera. Stamattina il lato su via Nazionale di villa Aldobrandini era ancora pulito, mentre quello che da su Largo Magnanapoli era di nuovo un disastro. Tra gli insozzatori principali, tale Vincenzo Maruccio, dell'Italia dei Valori (quelli che sono per la legalità, tanto per capirci...).

Anonimo ha detto...

Alle 14 tappezzato dalla po(l)verina e un sorcio amico suo.

Riprendiamoci Roma ha detto...

Chi passa di lì al volo e va ad oscurarli?

gicci ha detto...

Ho notato che che la mattina dopo il nostro intervento, erano già stati staccati i manifesti davanti all'ex-cinema Quirinale e sull'angolo con Via Milano, dove avevamo collocato i cartelli "Chi incarta Roma va scartato". Quindi quelli che danno davvero fastidio siamo noi !

gicci

Riprendiamoci Roma ha detto...

Vedranno quanto daremo fastidio qualche giorno prima delle elezioni... lì saranno veramente cazzi... per loro

mrqualcuno ha detto...

che dispiacere ragazzi purtroppo un internvento mi constringe a casa ma comntinuo ad essere con voi nelle vostre inizative

Riprendiamoci Roma ha detto...

Ehi Mr, tutto ok? Rimettiti presto!

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO