Noi puliamo, loro condonano

martedì 16 febbraio 2010


Per chi mercoledi scorso era con noi in strada a staccare manifesti in giro per Roma e non ha visto Le Iene, vi ripropongo il servizio realizzato da Paolo Calabresi sull'emendamento votato al Senato che prevede un condono tombale per le multe dei manifesti abusivi. I partiti condoneranno diverse centinaia di migliaia di multe con 1000 euro a testa, presi direttamente dai rimborsi elettorali. La solita porcata disgustosa. Un emendamento bipartisan presentato da un senatore del PD e uno del PDL a quanto pare è stato bocciato, ma ne è stato votato uno proposto dalla Lega che estende il condono addirittura a maggio 2010. Come dire: condono tombale per le malefatte del passato e licenza di sporcare senza pagare fino alla fine della campagna elettorale. Avete capito bene? Da qui al 21 marzo ci sarà da lavorare! Visto che questi qui non pagheranno le multe c'è da credere che cominceranno a incartare tutta Roma, Colosseo compreso. Mario Staderini dei Radicali ci fa sapere che è il quindicesimo anno consecutivo che i politici approvano un condono sulle affissioni abusive. Questa volta, però, hanno fatto anche di meglio, estendendo la porcata anche al futuro. Un'autoassoluzione preventiva. Anche se dovessero incartare il Colosseo, San Pietro, il Pantheon, le colonne dei Fori, questi qui già sanno che non pagheranno una lira di multa. Ma la cosa buffa è un'altra. Si autoassolvono per decreto dalle loro condotte criminali e poi pretendono, con un'ordinanza comunale, di multare il cittadino che fa volantinaggio in strada? Ma quale credibilità possono avere? Ma quale buon esempio possono dare al cittadino? Da non crederci.

14 commenti:

giulia anita ha detto...

Che vergogna!
...fossero almeno eco-sostenibili i manifesti elettorali!

MattSid ha detto...

MERDE, STRONZI, IPOCRITI, LADRI, TRUFFATORI.

Non devo aggiungere altro.

Les ha detto...

mattsidd, teniamo lo sfogo nei limiti del civile, grazie

Les ha detto...

Sul Corriere della Sera si parla di cartelloni e affissioni abusive
-
http://forum.roma.corriere.it/una_citta_mille_domande/16-02-2010/cartelloni-pubblicitari-e-affissioni-elettorali-1479956.html

MattSid ha detto...

Les, come vuoi rispondere a queste barbarie? con i fiorellini? queste merde devono essere prese a calci in culo altro che buone maniere. Vi spaccate le chiappe per togliere con il raschietto i manifesti abusivi e poi arrivano 'sti magnaccioni che vi pisciano in testa e vi dicono che piove... e non ci si dovrebbe nemmeno in cazzare, ma vedi un po'.

tommygun ha detto...

Magari non nella forma... ma nella sostanza il pensiero di MattSid lo condivido al 110%!

Riprendiamoci Roma ha detto...

Ve benissimo l'incazzatura.

Marco ha detto...

A quella faccia da culo di Gasparri glieli parcheggerei in faccia i manifesti, e poi lo affiancherei ai cartelloni di p.le della Radio almeno tornerebbe utile a qualcuno. Invece per l'ultimo parlamentare, avete sentito la parolina magica "si faccia SPONSORIZZARE da un partito e puo richiedere un emendamento" tradotto, in Italia puoi fare qualunque porcata basta che hai le spalle coperte dal mafioso di turno. Non puoi mandarli via ne a calci in culo ne con le buone maniere, semplicemente sono incardianti come un cancro nel corpo dello stato.

Anonimo ha detto...

Propongo 100.000 persone sotto Montecitorio, incazzate ed urlanti, ma pacifiche sia chiaro, per far capire a questa gentaglia che il potere conferitogli dal popolo deve essere usato per il popolo, cioè noi. 100.000 persone incazzate per veder riconosciuti i propri diritti, allora si questa feccia umana forse capirebbe che stanno cagando fuori dal vasetto e che incominciano a rompere le palle di brutto. Non bisogna lamentarsi e basta, ma fare i fatti. Dobbiamo organizzare un movimento civile e far capire a sti buffoni che ci siamo stancati di essere carne da macello ed essere costantemente presi per il culo.

Riprendiamoci Roma ha detto...

Ok, noi possiamo portarne una quarantina. Alle altre 99.960 ci pensi tu? :D

Scherzi a parte, una bella manifestazione contro degrado e manifesto-selvatico ci vorrebbe.

Riprendiamoci Roma ha detto...

Un movimento. Possiamo chiamarlo "la marea antidegrado". Apolitici o comunque politicamente trasversali. Interessati solo alla lotta al degrado e al raggiungimento di standard di decoro europei per la nostra città. Ma bisogna darsi da fare, con mailing list, sms, passaparola e volantinaggio porta a porta. Prima o poi comunque qualcosa organizzeremo.

Anonimo ha detto...

Ma sai quanta gente è incazzata con chi governa a prescindere da destra e sinistra? Guarda che servirebbe solo un catalizzatore e vedi se non le trovi 100.000 persone!!! qui non è un problema di destra o sinistra qui il problema è che sono una manica di papponi, nel senso letterale della parola, pappano, pappano tutto quello che è loro concesso. Sarebbe ora di fargli sentire il fiato sul collo, senza bandiere senza slogan politici, solo persone con l'intento di fargli capire che la gente è stufa di essere vessata e affossata continuamente. Non ne farei una sola questione di degrado, quella è sicuramente una componente, ma non la cosa fondamentale.

Riprendiamoci Roma ha detto...

Sicuramente il degrado è solo una componente, ma siccome questo blog si occupa di degrado... ;)

Anonimo ha detto...

eh eh certo certo, hai straragione :-D mi sono fatto prendere dal post di MattSid che stracondivido. Mai sentito parlare di Flash Mob. Dovremmo organizzarne uno sul degrado, potrebbe essere un idea. Cazzo viviamo in un paese così bello, possibile che la nostra esistenza deve essere così "meschina".

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO