La protesta viaggia per posta

domenica 7 marzo 2010


Non solo cittadini stacchini: la protesta contro i manifesti elettorali abusivi viaggia anche via posta. Giorni fa abbiamo dato il via a una singolare forma di protesta a cui ognuno di voi può partecipare. E' molto semplice e soprattutto non si rischia niente, ci vogliono solo pochi minuti. Si tratta di stampare questo volantino, farne 20 copie (oppure fotocopiarlo) e inserirlo nelle buche delle lettere del vostro condominio, o di altri condomini cui avete accesso. L'intenzione è quella di creare una vera e propria Catena di Sant'Antonio che abbia, per una volta, uno scopo nobile. Se la cosa riuscirà sarà una bellissima sorpresa. Immaginatevi la faccia del politico, del candidato, dell'attacchino quando si troveranno questo volantino nella buca delle lettere. Non preoccupatevi, non c'è nessuna maledizione per chi spezza la catena, non ci sono sette anni di guai e l'amore con la vostra dolce metà non finirà. Anche se noi, sotto sotto, confidiamo nella proverbiale superstizione dei romani (oltreché nella forza del messaggio) per la riuscita dell'iniziativa. Qualcuno ci fa notare che l'iniziativa è un grosso spreco di carta. Ma la carta da fotocopie, se differenziata, si ricicla. E se può servire a combattere un fenomeno che si porta dietro milioni di manifestoni non riciclabili ogni anno, scegliamo il male minore. Parallelamente a questa iniziativa, abbiamo scritto una email che arriverà a tutta la mailing list e che vi invitiamo a inoltrare a tutti i vostri contatti. Infine, in prossimità delle elezioni, sarà la volta degli status facebook che inviteranno a non votare chi pratica affissioni abusive. Infine, per chi fosse interessato a partecipare ai nostri blitz può contattarci via email. Stiamo preparando qualcosa di grosso per la fine della campagna elettorale. Non vi anticipo nulla, vi dico solo che farà molto, molto rumore. Per sapere i dettagli, scriveteci.

0 commenti:

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO