Il tugurio Cavour

giovedì 4 marzo 2010


Questa specie di tugurio che vedete nella foto è l'entrata della metropolitana di Roma. Non una fermata qualunque, ma la centralissima Via Cavour. Io credo che non esistano altri luoghi al mondo, non in Sud America, non nell'Europa dell'Est, non in India, nemmeno in Africa, dove si possa assistere a una scena simile. Una casupola vecchia e ammuffita, completamente incartata di manifestacci e pubblicità abusiva. La scritta Cavour è talmente zozza, annerita di smog e in ombra che fra poco neanche si leggerà più. Si vede bene, invece, il murales a vernice acrilica che fa da contorno alla legenda delle fermate. A quanto pare quei geni dell'ATAC (che ora gestiscono le metropolitane) hanno pensato bene di piazzare la suddetta legenda sopra il murales, senza cancellarlo, col risultato che, ora, è fisicamente impossibile non far caso a quello schifo. E qui le considerazioni si sprecano. Già abbiamo la rete metropolitana più corta, vecchia, zozza, brutta, disastrata e inefficiente del mondo (del mondo!), se poi la diamo in gestione a simili incompetenti mi chiedo io dove andremo a finire. Tempo fa dedicammo un post alla oscena fermata metro San Paolo, che fa parte della stessa Linea B. La nostra denuncia finì nella sezione "La mia Roma" del Messaggero, il più importante quotidiano romano. In un paese civile, alla vista di quelle foto di una delle fermate della metropolitana più frequentate dai turisti (a pochi metri dalla Basilica), sarebbe scoppiato il finimondo. Qui invece non è successo niente, è tutto come prima. Questa foto ce l'ha mandata Marco, l'ha scattata pochi giorni fa. Non è cambiato niente, capito? Roma è perennemente immobile nel suo schifo. Che dobbiamo fare per cambiare qualcosa? Andare a pulire noi?

7 commenti:

Les ha detto...

In mezzo a polemiche politiche di ogni tipo, si dimentica l'elemento principale dell'immagine italiana:
il decoro urbano.
Fanno a gara a insultarsi, in televisione, sui giornali, coinvolgono i media stranieri sulle più svariate campagne stampa, e MAI che parlassero della cosa che gli stranieri notano di più: il degrado delle città.
Roma è la città più degradata d'Italia, abbiamo graffiti ovunque, cartelloni abusivi, giardini-discarica, immondizia per le strade.
E le stazioni della metropolitana cadono a pezzi, specie quelle della linea A da Termini ad Anagnina.
In alto, potete vedere come si presenta la fermata Cavour ai turisti in arrivo da Santa Maria Maggiore.

n@po ha detto...

Verognoso! Il personale ATAC avrebbe dovuto cancellare prima il murales e poi installare la legenda, così quel muro è veramente osceno.
Approfitto di questo post per porre all'attenzione dei bloggers una proposta lanciata da "ascolidavivere" sul Forum "Lotta al Degrado", ovvero organizzare una giornata nazionale anti-degrado. Per maggiori informazioni cliccate sul link http://lottaaldegrado.forumup.it/about82-lottaaldegrado.html

Degrado Apriliano ha detto...

Guardate invece a Monaco di Baviera come si presenta:
http://www.facebook.com/photo.php?pid=158376&l=afac48e673&id=100000514158768

Antonio ha detto...

Wow...confrontandola con quella di Roma fa leggermente impressione...

marcoboh ha detto...

sono sempre più disgustato, al limite della sopportazione. mi sento a volte un pericoloso barbogio reazionario. darei fuoco a chi imbratta, a chi non pulisce, a chi ignora il tutto. e magari anche a tutta la città di roma, così risolviamo il problema alla radice.

degradodivarese ha detto...

no dai, non ci posso credere che sia ridotta veramente così.. (neanche fosse ponte mammolo, rebibbia o laurentina) sarà per via di qualche set cinematografico che l'hanno conciata così !!

Antonio ha detto...

Ma il murales sotto la legenda delle fermate è legale? cioè....per realizzare quell'opera ci avran messo un bel pò di tempo...non penso l'avran fatto di notte arrampicati sopra senza che nessuno se ne accorgesse?

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO