Chi incarta Roma va scartato

lunedì 8 febbraio 2010


Diciamo la verità, in quanti si aspettavano che le dichiarazioni dei politici contro i manifesti abusivi e l'invito del Sindaco a un "disarmo bilanciato" sortissero qualche effetto? Direi nessuno. E difatti, arrivati a Largo Magnanapoli la situazione che si presentava era quella di sempre: una fila interminabile di manifesti abusivi appiccicati sul muro di cinta della storica Villa Aldobrandini. Sull'altro lato, l'intero piano terra di un palazzo completamente incartato, comprese le finestre, appartenenti a uno storico negozio ormai chiuso. Anche sulle bacheche di Via IV Novembre erano ricomparsi i manifesti. Insomma, c'era materiale più che sufficiente per il nostro blitz. Abbiamo cominciato oscurando i manifesti che ricoprivano il palazzo e le finestre del negozio sfitto. Quindi siamo passati a Via Nazionale, oscurando i manifesti sul muro di cinta della Villa, sotto il vigile sguardo di un pigro operatore dell'AMA intento a non fare un cazzo. Su Via Magnanapoli, invece, i manifesti li abbiamo strappati, facendo il meglio che potevamo (dato che non avevamo raschietti). Significativo il breve dialogo con un paio di operatori dell'AMA: "Ma perché li state strappando? Che fastidio vi danno". "Perché fanno schifo, perché siamo a Via Nazionale e quella lì è una villa storica del '600. Lo sapeva?". Questi qui sono gli operatori dell'AMA, quelli che dovrebbero provvedere a mantenere pulita la nostra città. Quindi ci siamo spostati a Via IV Novembre, oscurando i manifesti sulle bacheche già pulite da noi nella passeggiata antidegrado scorsa. Infine due di noi sono andati a dar manforte ai volontari che stavano pulendo i portici di Piazza Vittorio, gli altri hanno concluso il blitz oscurando i manifesti affissi abusivamente su Palazzo Falconieri.

21 commenti:

marcoboh ha detto...

eh sì, un bel corso informativo va fatto per primi agli operatori dell'ama.
poi magari anche a sindaco, assessori e consiglieri.
magari non si sono accorti che la città che stanno governando è roma.

MRQUALCUNO ha detto...

NO LUI STA SEMPRE A FA LA CAMPAGNA ELETTORALE... ANCORA NON GLIEL'HANNO DETTO CHE è DIVENTATO SINDACO PIù DI UN ANNO FA PORELLO.... COMUNQUE MA CHE BRAVA LA POLVERINI PRIMA ASSICURA LA SUA TREGUA SULLE AFFISSIONI ABUSIVE E POI LE FA FARE COMUNQUE. BELL'ESEMPIO DI COME VORRà AMMINISTRARE LA REGIONE. E COMPLIMENTI ANCHE A SINISTRA ECOLOGIA E LIBERTà VISTO CHE I SUOI CONDIDATI SONO MOLTO ECOLOGISTI!!!!!

MRQUALCUNO ha detto...

MA LO SAPEVATE CHE ZARATTI DI SINISTRA ECOLOGIA E LIBERTà E CHE STA TAPPEZZANDO L'INTERA REGIONE LAZIO ERA L'ASSESSORE ALL'AMBIENTE!!!! ODDIO NON C'è PIù RELIGIONE

tolleranzapuntozero ha detto...

C'era da aspettarsi che le dichiarazioni sulla tregua fossero un fuoco di paglia, dato dalla circostanza che era l'argomento del momento. Questi contratti con le società che fanno affissione abusiva mi immagino che valgano per tutta la campagna elettorale, o al massimo per un paio di mesi, ormai sono fatti e vanno... "onorati". Al massimo gli avranno detto di metterne un po' di meno, e stare più attenti a certi luoghi. Sarebbe paradossale se perdessimo la nostra battaglia di legalità per una questione di legalità.

MRQUALCUNO ha detto...

«PARTIAMO DALLA CAMPAGNA ELETTORALE» - Secondo Bonino, «un buon inizio può essere quello di una campagna elettorale basata sulla legalità» e rivolgendosi agli esponenti politici in sala, molti dei quali candidati alle elezioni, ha lanciato un appello: «A partire dall'attacchinaggio ci sono delle regole, siate i primi a dare l'esempio. Non mi venite a dire che si vince mettendo in fila più manifesti». «Se non sporcate le città i cittadini ci faranno caso. Saremo domani quello che siamo oggi: è una piccola sfida che però possiamo vincere» conclude la candidata del centrosinistra. (corriere della sera Roma)
ECCO EMMA ALLORA INCAZZATE SERIAMENTE CON I TUOI ALLEATI.............COMINCIA CON LORO!!!

Riprendiamoci Roma ha detto...

Tra l'altro, segnalo che i manifesti elettorali, essendo stati "incollati" non possono neanche essere differenziati come carta.
Nel Nord Europa, ci diceva Giovanni pochi giorni fa, in campagna elettorale usano manifesti di cartone legati con lo spago. Non devastano i muri, sono facilmente rimuovibili e differenziabili.
Ma stiamo parlando del fior fiore dell'Europa civile, il paragone non regge. Qui da noi la campagna elettorale si fa alla burina, senza esclusione di colpi. L'attacchinaggio è gestito da una banda di pezzenti che non si fanno problemi a incartare perfino sui monumenti.

Attacchino vai a lavorare!
A LAVORARE!

daniele ha detto...

Stamattina sono passato per Largo Magnanapoli. Parte del lavoro che abbiamo fatto sabato non è stato intaccato (in particolare ci sono ancora tanti manifestini 'chi incarta Roma va scartato'). Soprattutto su corso IV novembre, però, gli attacca manifesti abusivi sono tornati a colpire. Teniamo duro e, soprattutto, insistiamo nei confronti dei candidati. Ora scrivo a Enrico Luciani? "Sinistra ECOLOGIA e liberta'?". Ma per favore...

Riprendiamoci Roma ha detto...

Ciao daniele, grazie per aver partecipato al blitz ;) mercoledi sei dei nostri?

daniele ha detto...

Ho un impegno a cena, ma siccome il blitz è sulla strada del rientro... ;) passero' senz'altro!

Riprendiamoci Roma ha detto...

allora in caso ci vediamo lì :)

Les ha detto...

Signore e Signori,
un momento di raccoglimento:
da oggi, 8 febbraio, sono in vigore per un anno (?) le ordinanze antidegrado della Giunta Alemanno.
Da oggi, quindi, vi chiediamo di spedirci foto, segnalazioni e pareri sullo stato dei vostri quartieri.
Insomma, vediamo se diminuiscono graffiti, manifesti e volantini, oppure se - come pensiamo - non cambierà nulla.

Les ha detto...

Il Coordinamento Residenti Città Storica pone ad Alemanno il problema dei controlli a chi sporca e imbratta
-
http://roma.repubblica.it/dettaglio/multe-soft-contro-chi-sporca-alemanno:-sono-nella-media/1852964

daniele ha detto...

Speriamo in bene... domenica ho passeggiato nel Ghetto e l'ho trovato davvero peggiorato, in termini di graffiti.

MRQUALCUNO ha detto...

BEH IO LE FOTO DEI MANIFESTI DELLA POLVERINI IN BELLA MOSTRA SUL GABBIOTTO DEL GAS A STAZIONE TERMINI FATTE VENERDI 5 ALLE 16 VE LE HO GIà INVIATE. COMUNQUE TUTTO INTORNO A STAZIONE TERMINI è UN FIORIRE DI ABISIVISMO CONTINUO PER NON PARLARE DI PERIFERIE E PROVINCIE. CHE SCEMPIO E CHE SPRECO DI SOLDI!!!!

Antonio ha detto...

Bel lavoro ragazzi! Continuate cosi! Mai arrendersi, le città sono di chi le vive e le ama non di chi le utilizza solo per gli affari propri.

daniele ha detto...

Stamattina, verso le 8, largo Magnanapoli era più o meno come l'avevamo lasciato. Alle 18 ci sono passato di nuovo, ed era tutto come 'al solito'. I poster su cui avevamo attaccato i cartelli erano coperti da poster nuovi, e laddove avevamo 'scoperto' il muro, su Villa Aldobrandini, di nuovo altri poster abusivi. Se mai ce ne fosse stato bisogno, e' l'ennesima dimostrazione che l'attaccaggio selvaggio avviene alla luce del sole, e viene ampiamente tollerato dalle autorita'.

Riprendiamoci Roma ha detto...

Bene, vorrà dire che ripasseremo quanto prima a oscurarli di nuovo! Evidentemente due giorni di sputtanamento non gli sono bastati, i prossimi volantini li stampiamo anche in inglese, così li capiscono anche i turisti.

ps. Daniele grazie per le news!

Les ha detto...

Oggi 189 multe antidegrado.
-
http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=90677&sez=HOME_ROMA
-
Domani gli attacchini!

Anonimo ha detto...

Non capisco, contestate le affissoni abusive e poi le fate anche voi incollando quei messaggi sopra ai cartelli?
Biasimate i volantinaggi e poi: riporto testualmente "Limitate forme di pubblicizzazione con materiale cartaceo avranno luogo con volantini stampati e inseriti nelle buche delle lettere"
Qualcosa mi sfugge...

Les ha detto...

I fogli di protesta sono incollati su manifesti e cartelli abusivi per denunciare l'abusivismo, mi sembra una giusta forma di protesta.

Riprendiamoci Roma ha detto...

Anonimo, non c'è davvero niente da spiegare.

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO