S.O.S. Eternit

lunedì 7 dicembre 2009


Quest'oggi diamo voce a una segnalazione arrivataci giorni fa via email e già pubblicata su numerosi siti, blog e sul quotidiano il Messaggero. Abbiamo scelto di pubblicarla anche noi a qualche giorno di distanza per tenere viva l'attenzione su questo problema. Angelo Tantaro ci segnala la presenza di un tetto ricoperto di Eternit proprio davanti alla ASL di Via Cartagine, X Municipio. Come potete vedere dalla foto, il tetto appare visibilmente danneggiato e degradato in più punti. Per di più la tettoia si trova ad altezza uomo, a non più di due metri da terra e costituisce un reale, serissimo problema per la salute pubblica. Vogliamo ricordare sol oqualche dato. L'amianto provoca uno dei cancri più devastanti e incurabili che ci siano, il mesotelioma pleurico. E' un nemico che uccide a 30-40 anni di distanza dall'esposizione. Ma è un killer spietato, che non lascia nè feriti nè prigionieri. Le legge italiana impone la bonifica di tutte le strutture che utilizzano Eternit. A quanto pare però c'è ancora chi preferisce attentare alla vita altrui pur di non spendere qualche centinaio di euro. E nessuno è interessato a muovere un dito per far rispettare la legge e tutelare la salute pubblica. Una situazione allucinante, se si pensa che questo caso è stato denunciato per la prima volta oltre un anno fa. Speriamo che entro Natale si possa provvedere a una rimozione del tetto. Da parte nostra, possiamo solo inoltrare la segnalazione a chi di dovere. Se qualcuno sa di chi è la competenza ci contatti subito.

8 commenti:

Les ha detto...

Ho letto più e più volte la civile e accorata lettera di Tantaro, indegnamente ignorata da tutte le autorità politiche regionali.
Io non ci credo che nessuno abbia letto la sua lettera, l'avrà letta invece chi di dovere al X Municipio eppure da un anno non fanno niente.
Mi auguro con tutto il cuore che non succeda niente agli abitanti del quartiere e consiglio al signor Angelo di scrivere anche a Provincia e Regione, mi informo anche io su chi contattare.

degradodivarese ha detto...

in questo caso estremo un'affissione "abusiva" ci starebbe.. non si può preparare un paio di cartelli per i pedoni, con su scritto "non camminare su questo lato della strada: pericolo amianto" ??

Riprendiamoci Roma ha detto...

Hai ragione degradodivarese! Qui ci vorrebbero due belle transenne. Ma a Roma i vigili le transenne le piazzano OVUNQUE TRANNE CHE DOVE SERVONO. Intanto spedisco questa lettera a chi di dovere, ma ho il timore che ci sia un problema di fondo ossia che non si trovi il proprietario dell'immobile o che ci sia la classica contesa su chi deve sborsare i soldi.

Degrado Apriliano ha detto...

dalle nostre parti l'eternit abbonda, forse più che a roma, e pulula anche di gente che se lo smonta autonomamente e lo va a buttare nel primo posto utile. tutto ciò è desolante, ma soprattutto pericoloso!

Anonimo ha detto...

Guarda che è la ASL del X Municipio che si deve occupare dello smaltimento dell'amianto o eternit che dovrebbe essere la ASL RM/B O C,
comunque se fai ricerca online trovi i loro siti internet con numeri di telefono e fax.
ciao
p.s. Roma è piena di eternit/amianto..
Alessia=^_^=

Riprendiamoci Roma ha detto...

ok grazie dell'informazione alessia

Davide ha detto...

Il X municipio è di competenza dell'asl RmB. il dipartimento che si occupa della bonifica amianto è lo S.pre.s.a.l. Il direttore di tale dipartimento si chiama Luigi Pandolfi. Provate a parlare con lui.

Davide S. coordinatore bonifica amianto

Riprendiamoci Roma ha detto...

Grazie dell'informazione davide!

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO