Gli alberi di Natale di Roma

lunedì 28 dicembre 2009


Giorni fa osservavo in tv un bel servizio su come viene vissuto il Natale nelle capitali europee. Come ogni anno le città dell'Europa civile fanno a gara per rifarsi il trucco e sfoggiare luci e addobbi sempre più belli e raffinati. Da Parigi, l'ineguagliabile Ville Lumiere, a Londra, da Berlino a Madrid fino a Monaco di Baviera. E a Roma che succede di questi tempi? Mi sono fatto un giro in centro per andare a controllare, e per godermi un po' di atmosfera natalizia. Sapevo già che non sarei rimasto soddisfatto, ma una delusione simile proprio non me l'aspettavo. Salvo qualche via del tridente, a Roma gli addobbi e le luminarie sono praticamente assenti ovunque, e quando ci sono sono di qualità terribile. Basta farsi un giro a Via dei Giubbonari, tra le più famose strade dello shopping in centro. Lucette "Made in China" di qualità bassissima e alberelli di natale rachitici, storti e disadorni e con una base orripilante in cartone. A far da contorno a questo squallore infinito, i soliti problemi di sempre. Monnezza, graffiti, sosta selvaggia, incuria, degrado. Il solito dilettantismo italico, il solito proverbiale cattivo gusto romano. Non c'è traccai del Natale a Roma. Gli addobbi simbolo della nostra città sono quelli che vedete nella foto. Affissioni abusive su ogni palo. Sono questi gli addobbi che rendono caratteristica la nostra città, sono questi i nostri alberi di Natale. Auguro a tutti voi Buone Feste nella speranza che il prossimo anno sia quello buono per cominciare finalmente a cambiare qualcosa in questa nostra città tanto amata quanto bistrattata.

6 commenti:

Les ha detto...

Tutto come prima di Natale, tutto come sempre.
L'Italia non ha la tradizione delle luminarie ma le poche presenti dovrebbero essere belle invece fanno schifo, posizionate male e con le lampadine fulminate.
Dico la verità: non ho la fissa per le luci, la cosa che vorrei è una Roma più dignitosa, a Natale come il resto dell'anno.
Quindi muri puliti e arredo urbano come si deve.
Roma è il contrario, muri sporchi e arredo urbano da paesino albanese.

Riprendiamoci Roma ha detto...

E' uno schifo, davvero deprimente.

Les ha detto...

Foto del giorno Corriere Roma:
-
http://roma.corriere.it/foto_del_giorno/home/index_20091228.shtml

Antonio ha detto...

Whauuu! sotto quella m*** cè un muro!!!

Ma puliranno tutti i muri di Roma? edifici privati e pubblici?? O solo quelli più importanti ?

Ogni volta che vedo delle foto di Roma.....oh my god......mi chiedo come sia possibile riempire i muri di tag fino a 3 metri d'altezza....nessuno che interviene??? magari dopo la prima tag?!?! fino adesso che è successo?? nulla?? la gente non si scandalizza??

Alessandro ha detto...

Non si può più tollerare questa situazione. Il sindaco di mese in mese annuncia misure a stretto giro contro i graffitari. Ora dice che a gennaio ci sarà la tanto desiderata ordinanza. Vedremo... So solo che a) lo inonderò di mail se la cosa non sarà fatta b) ci sono modelli virtuosi di pulizia in questi giorni. L'operazione "mura pulite" di Atac nelle stazioni metro sta ottenendo buoni risultati nelle stazioni dove si è operato. Stesso discorso vale per i parcometri, prima tutti imbrattati ora tutti ripuliti. Speriamo che almeno Atac regga. Io, da parte mia, gli segnalo ogni singola tag sui parcometri. Intervengono a stretto giro. Fatelo pure voi se capita...

Les ha detto...

Sul Messaggero di oggi, il 2010 dei romani doc, da Totti a Brignano.
Il capitano della Roma vorrebbe "ripristinare quel senso di appartenenza che ora si è smarrito".
"Poi mi piacerebbe trovare una Roma più vivibile: meno buche, strade più ordinate, pulite, con meno traffico" dice Totti.
-
Enrico Brignano:
"L'imperativo dovrà essere: non maltrattate Roma. Tenetela pulita"
-
Maurizio Battista:
"Servirebbe un pò di pulizia in più nelle strade. Questa deve essere assicurata con maggiore impegno da parte di chi deve pulire la città, ma anche con più attenzione da parte di chi la sporca, ossia noi cittadini che troppo spesso non ci curiamo adeguatamente del decoro di Roma"

- dillo a quei burini che attaccano i tuoi manifesti sui semafori, Maurì! -

Sempre Battista:
"Poi servirebbe qualche doppia, tripla o quadrupla fila in meno in giro per le strade della nostra città"
-
Fabio Firmani della Lazio si supera:
"Vorrei tanto vedere meno cantieri e soprattutto più velocità nello svolgimento dei lavori.
Sarò stato abituato male, ma nei quattro mesi che sono stato a giocare a Dubai ho visto nascere e costruire grattacieli in meno di due mesi. Riusciremo a diventare così bravi? Lo spero tanto, anche perché così diventa insostenibile vivere in città."
-
Buon 2010, gente!

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO