La chiamano "Street Art"

giovedì 26 novembre 2009


Mentre va in archivio la sesta passeggiata antidegrado (di cui vi parleremo domani, giusto il tempo di scaricare le foto e inserirle come slide), vi segnaliamo l'ennesimo scempio compiuto dai vandali romani a danno dell'ennesimo segnale stradale. Questa mania di appiccicare stickers ovunque è un fenomeno relativamente vecchio, ormai metabolizzato, accettato e tollerato. Qualcuno la chiama addirittura "street art", quasi a voler sdoganare questa orda di barbari e a voler innalzare la loro barbarie a forma d'arte. I segnali di Roma attaccati dagli stickers non si contano. Questo che vi proponiamo nella foto ha una caratteristica particolare. Si trova esattamente davanti al Teatro Marcello. Sta appiccicato alla cancellata che delimita l'ingresso all'area archeologica. Ma non è tutto. Questo segnale stradale, di fatto, non serve a nulla. Il segnale dice di svoltare a destra, ma non c'è nessun obbligo di farlo, dato che si può benissimo continuare dritti, lungo Via del Teatro Marcello. E' stato girato di 45 gradi in senso orario, come dimostra streetview. Obbliga chi proviene da Piazza Campitelli a girare a destra. Chiediamo dunque che il segnale venga sostituito e riposizionato in maniera corretta. Vi annuncio fin da ora che nell'area del Teatro Marcello ho intenzione di organizzare un blitz per rimuovere un telone arancione, di quelli che si usano per delimitare l'area di lavori in corso, e che si trova in terra, accartocciato in un angolo. Non ha più motivo di rimanere lì dov'è.

3 commenti:

Antonio ha detto...

Fu' cartello stradale...

bymail ha detto...

mistero perché non li tolgono...

Riprendiamoci Roma ha detto...

Ho segnalato la cosa alla Polizia Municipale, spero vengano presi provvedimenti urgenti vista la pericolosità del caso. Ad ogni modo tra una trentina di giorni passerò a ricontrollare e vi farò sapere.

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO