Sbattiamoli in gabbia!

giovedì 1 ottobre 2009


"Amano definirsi artisti, ma ripulire l’arte dei writers ci costa più che comprare un capolavoro di Picasso e Modigliani. A Roma si spendono sei milioni di euro l’anno per ridare un sembiante di decoro alla città. Ma per cancellare tutte le scritte sugli edifici pubblici e privati, di milioni ne servirebbero più di 100, e forse neanche basterebbero, perché i writers tornano sempre sul luogo del delitto. Un patrimonio al vento. [...] Fs s'è organizzata così: una ventina di persone divise in squadre di due-tre agenti armati di vernice per restituire il decoro perduto. E una quindicina di agenti di protezione aziendale, che lavorano insieme alla Polizia ferroviaria che hanno l'incarico di vigilare, notte e giorno, armati di macchine fotografie e videocamere. Le immagini finiscono in una banca dati informatica, «così quando i writers vengono presi, riusciamo ad associare volti e nomi ai loro disegni - spiegano da Fs - grazie a disegni e tag documentati nell'archivio informatico arriviamo ad associare gli autori alle "opere" per chiedere il risarcimento danni». E se i writers sono minorenni pagano i genitori. [...] Se fosse fatta una mappatura delle scritte su tutta l'Italia è verosimile prevedere che servirebbe un'intera Finanziaria. Da luglio i writers rischiano da uno a 6 mesi di carcere e una multa fino a mille euro (prima era prevista una multa di 103 euro). Fino a due anni di carcere e 10 mila euro di multa se recidivi e sanzioni pecuniarie più salate se gli immobili hanno valore storico".
(Fonte: Il Tempo)

7 commenti:

Anonimo ha detto...

guarda caso fai vedere una scritta sulla lazio ! Cosi passa l'idea che siamo writers. Perchè non fai vedere che andiamo nella gay street cosi siamo noi a parcheggiare la macchina in doppia fila...!
LAZIO LAZIO noi abitiamo a frosinone, sarà stato qualche romanista per diffamarci !

n@po ha detto...

Dove leggi "Lazio"? A me sembra che sul muro ci sia scritto "Lazz"

theDRaKKaR ha detto...

ma poi 'sti cazzi del calcio... nella vita c'è anche altro eh anonimo...

Antonio - Ferrara ha detto...

Facessero queste "opere" nei sottopassi o posti simili, darebbe un pò di colore al grigiore del cemento, ma questi dementi imbrattano qualsiasi cosa purtroppo.

Riprendiamoci Roma ha detto...

don't feed the trolls

Alessandro ha detto...

se la tesi è che questa "arte" abbellisce i muri grigi io dico, a squarciagola: VIVA IL GRIGIO E L'ARCHITETTURA MODERNA fatta di Grigio (colore dell'acciaio...silver), vetro e bianco!

Riprendiamoci Roma ha detto...

La vera arte sono gli edifici antichi che Roma conserva. I writers vanno presi e messi in cella.

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO