Liberiamo i tetti alle antenne

martedì 6 ottobre 2009


Nessun'altra Capitale europea ha uno skyline tanto emozionante quanto Roma. Una sfilata continua di cupole e campanili, da togliere il fiato. Basta andare in una qualsiasi terrazza, al Gianicolo, al Pincio, al Giardino degli Aranci, sulla Terrazza delle Quadrighe, per rendersi conto di cosa sia Roma. Eppure neanche lo skyline di Roma si sottrae alle ferree logiche dell'inquinamento visivo e della mancanza totale di decoro e arredo urbano. I tetti di Roma sono a tutt'oggi invasi da milioni di antenne. Una delibera del 2004, risalente dunque alla passata giunta Veltroni, imponeva (e impone) agli abitanti dei palazzi di pregio di installare antenne centralizzate. Ma a quanto pare la suddetta delibera è a tutt'oggi in buona parte inapplicata. Guardate questo video comparativo. Le foto sono state prese dal sito flickr.com, tra quelle liberamente condivise, e modificate con Nikon NX Capture. Guardate come, con una semplice delibera fatta rispettare a dovere si può modificare in positivo l'immagine di Roma dall'alto. Ci dispiace sottolinearlo ancora (ormai è una triste consuetudine) ma in nessun'altra città in Europa esiste una simile selva di antenne. Non ci credete? Andate su flickr.com e digitate "Paris skyline", oppure "London skyline", o anche "Madrid skyline" e raccontatemi cosa vedete (o meglio, cosa non vedete). Questo è lo skyline di Londra. Cosa manca? Ma che domande, mancano le antenne! Questi sono gli standard. Roma non è degna di stare in Europa.

8 commenti:

theDRaKKaR ha detto...

più che Roma la maggior parte dei suoi amministratori e abitanti..

Riprendiamoci Roma ha detto...

hai ragione drakkar

bymail ha detto...

A terra l'immondizia.
In aria le antenne.
Ecco Roma.
(nel mezzo, le scritte, sui muri)
-
Stiamo dilapidando un patrimonio estetico unico al mondo solo a causa della nostra sciatteria.

Les

Anonimo ha detto...

La monnezza in terra:

http://roma.repubblica.it/multimedia/home/13421208/1/4

Riprendiamoci Roma ha detto...

Visto proprio ora. Ragazzi su Repubblica Roma ci sono delle foto del Circo Massimo da far rabbrividire anche i più abituati al degrado di Roma. Andateci piano e aprite il link molto lentamente. In pieno giorno, una VERA discarica!

n@po ha detto...

Ho visualizzato anch'io le foto. La responsabilità di tale schifo è da attribuirsi ai giovani che bivaccano nei prati. E'così difficile mettere tutti i rifiuti in una busta e successivamente buttarla nei cassonetti?

Antonio ha detto...

Ma nessuno di questi è stato educato da piccolo? o forse sono cresciuti in una discarica?!

Riprendiamoci Roma ha detto...

Penso che questa gente di fronte alle prospettive di un guadagno facile, non si tiri indietro neppure d ifronte alla prospettiva di devastare Roma.

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO