Delirio a Trastevere

martedì 20 ottobre 2009

Il Rione Trastevere è in coma irreversibile. Il suo stato di degrado è catastrofico, siamo realmente vicini al punto di non ritorno. Se non si interviene immediatamente c'è il concreto rischio che la situazione non sia più recuperabile. Guardate queste foto. Sono state scattate alla fine di Via del Politeama, nello slargo che si apre sul Lungotevere, poco prima di Piazza Trilussa. Non si sa neanche da dove cominciare per raccontare lo stato di degrado di questo posto. Affissioni abusive, graffiti, stencil, stickers, transenne, cumuli di monnezza, strade sporche, macchine in sosta vietata. Di notte, un folto gruppo di ragazzi staziona sui muretti bevendo alcol in bicchieri di plastica e lasciando una vera e propria discarica plasticosa che l'AMA fa fatica a rimuovere la mattina. Molti pisciano direttamente dietro al muretto. Quando non piove, la puzza è insopportabile. Non mi stupirei che questo slargo sia anche uno dei centri dello spaccio di droga, visto che il luogo si presta benissimo ad assolvere a questo ruolo. C'è di tutto e di più in questo angolo di inferno. La cosa che mi lascia incredulo è che i commercianti, i residenti, non dicano niente. Li ho visti entrare e uscire dalle case, li ho ascoltati discutere di tutto e di più, mentre schivavano montarozzi di monnezza, laghetti di piscio, auto parcheggiate in mezzo alla strada. Il degrado ormai non lo vedono più. C'è bisogno di fare qualcosa, urgentemente, o questo Rione morirà per sempre.

9 commenti:

bymail ha detto...

Ecco il quartiere "tipico" pieno di stranieri in cerca della vera Roma.
Perché il I° Municipio non fa niente?
Perché i trasteverini non fanno niente?
Veramente non si accorgono di questo schifo?

Anonimo ha detto...

non si accorgono di niente sono i primi a sporcare.

Benjen ha detto...

io abito a trastevere (non proprio nei vicoli ma sempre trastevere)... e l'altro giorno mi sono sentito rispondere dal centralinista dell'ama, dopo la millesima chiamata per chiedere un po' di pulizia, testuali parole: "ma perchè voi giovani ve la prendete sempre con noi che siamo i più deboli? ma perchè state sempre a telefonà?" li per lì non ho saputo che rispondergli senza mandarcelo...

Riprendiamoci Roma ha detto...

Benjen, sei di trastevere? Lasciaci il tuo indirizzo email, o mandacelo via email. E' importante :)

bymail ha detto...

Benjen, ma esiste un serio comitato di quartiere? Veramente ci tocca fare tutto a noi, qui,..Trastevere, Roma stanno crollando!

n@po ha detto...

Fa impressione guardare certe foto. I graffiti sono ovunque,così come i manifesti abusivi.

Antonio ha detto...

La cosa che mi lascia incredulo è che i commercianti, i residenti, non dicano niente.

<<< questa è la cosa più brutta...è come se la gente che vive in quelle strade giorno dopo giorno si sia totalmente asseufatta a quella situazione di degrado (allucinante per quello che ho visto) che non le vede più ma ormai è parte integrante del quartiere...non è un problema se i muri sono riempiti di schifezze, è cosi e basta....se la gente trasforma in cesso una piazza....è cosi e basta...e cosi via....

Però una cosa che non capisco è che siamo a Roma, in uno dei luoghi più famosi della città...e sembra di essere in un posto dimenticato da tutt....una borgata a 30km dal centro forse è messa meglio penso..?

Qualcuno prima o poi ridarà un aspetto decente a quella zona? o diventerà una sorta di luogo dove il degrado (a livelli estremi) esisterà sempre?

e non posso che provare forte odio verso quei soggetti che in nome di chissà quale diritto possono fare queste cose ...maledetti e impuniti.

theDRaKKaR ha detto...

Roma 70 è messa meglio

fa schifo, ma è messa meglio

Riprendiamoci Roma ha detto...

Antonio hai perfettamente ragione. Credimi, anche se questo slargo è quanto di peggio ci sia nel rione Trastevere è tutta così. Si salva (ma solo in parte) solo il pezzo di quartiere che si trova dall'altra parte di Viale Trastevere, dietro il Cinema Reale, tra l'altro ricco di stradine, piazzette e scorci molto suggestivi.

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO