IV Passeggiata Antidegrado: Via di Monserrato

martedì 29 settembre 2009


Ieri sera, in Via di Monserrato, nel Rione Regola, si è svolta la quarta passeggiata antidegrado, la prima ufficialmente dedicata alla rimozione dei graffiti. Stavolta il gruppetto di volontari era più numeroso del solito. In tutto eravamo in sette: io, Les, Daniele, Luca, Francesca, Prometeo e Giovanni. Nelle prime tre immagini potete vedere un esempio dei nostri inteventi di rimozione dei graffiti dalle saracinesche. Servendoci di un prodotto antigraffiti, di una spugna verde abrasiva e di un po' d'acqua, siamo riusciti a rimuoverne una decina in poco più di un'ora. Da saracinesche, muri e contatori dell'acea. Nelle altre foto potete osservare una galleria di immagini di vetrine e saracinesche di commercianti che a quanto pare preferiscono tenersi la saracinesca zozza e contribuire a degradare l'ambiente in cui operano piuttosto che spendere pochi euro e 10 minuti del proprio tempo per ripulirla. C'è perfino la vetrina di un hotel a 4 stelle, l'Hotel Ponte Sisto, completamente devastata dalle tag. I taggaroli non risparmiano neanche le chiese, come potete vedere dalle foto. Alcune vetrine dei negozi sono state addirittura sfregiate con l'acido che le ha corrose irrimediabilmente. Proprio così, c'è gente che gira per strada con le bombolette di acido nelle tasche. E c'è ancora chi si fa problemi a denunciarli. Di ritorno, lungo Viale Trastevere, abbiamo provveduto a rimuovere una quarantina di affissioni abusive e altrettanti volantini pubblicitari.

20 commenti:

daniele ha detto...

rivederle in foto fa ancora piu schifo...
organizziamoci luca per questa settimana per incontrare la lista civica. Non voglio essere ripetitivo, ma non perdiamo tempo, ciao

Riprendiamoci Roma ha detto...

Ciao daniele. Li hai chiamati al telefono? Io ci sono, magari sentiamo anche gli altri.

daniele ha detto...

bisogna preparare il progetto su carta. Dopo sento marco e ti faccio sapere, cio

Riprendiamoci Roma ha detto...

domani mattina sistemo meglio la bozza. per ora stacco, ho fatto l'articolo, la slide, il post fu facebook, ho caricato le foto su flickr, ho mandato le foto a repubblica, scritto all'hotel ponte sisto. sò distrutto! ;)

degradodivarese ha detto...

invece di andare in giro con l'acido e le bombolette sarebbe bene che la gente andasse in giro con taglierino e solvente anti graffiti come fate voi !

sessorium ha detto...

Occorre migliorare l'aspetto comunicazionale. L'esito delle "passeggiate" non può essere soltanto un post in un blog (approposito, perché una settimana prima della data prefissata -quando è ufficiale- non fate sapere agli altri blog in modo tale che possano fare un post promozionale per DECUPLICARE la partecipazione?). Occorre, a mio modesto avviso, preparare del materiale di comunicazione da lasciare nelle caselle di posta o sotto le saracinesche sulla strada. Dei normali A4 con un testo tipo "Salve, questa notte abbiamo effettuato una ronda anti-degrado in questa strada pulendo le saracinesche ai numeri xx, yy e zz. Le segnaliamo che per pulire anche la sua saracinesca è sufficiente comprare il prodotto XX per soli YY euro e procedere come segue: ..."

Riprendiamoci Roma ha detto...

Ciao sessorium, la passeggiata di ieri è stata una "passeggiata di prova", per così dire, anche se alla fine una decina abbondante di tag le abbiamo tolte (abbiamo completamente bonificato 3 contatori dell'Acea, tre saracinesche, un portone). Abbiamo testato il prodotto antigraffiti su tutte le superfici possibili. Avevamo un unico flacone di prodotto. Dalla prossima si partirà sul serio. Ognuno porterà un flacone e un pennello e interverremo su larga scala. L'aspetto della comunicazione, per essere efficace, dev'essere su larga scala. Se tutti i commercianti della via si ritrovano il biglietto sotto la saracinesca il giorno dopo se ne parlerà sicuramente, se ne lasciamo uno solo nessuno ne parlerà. Come alternativa: passiamo il pomeriggio e chiediamo ai negozianti se possiamo pulire GRATIS le loro saracinesche. La sera ripassiamo e puliamo, lasciando un foglio che indica i prodotti utilizzati e le metodologie seguite. Sarebbe bello se tutti i blog partecipassero a queste iniziative, se le passeggiate antidegrado diventassero pratica comune di tutti i blog, iniziative da organizzare e condurre insieme. Meglio pochi ma buoni.

Anonimo ha detto...

Complimenti davvero per queste iniziative concrete contro il degrado, ma è davvero imbarazzante vedere come sono ridotti i muri e le vetrine, e stiamo parlando del centro di Roma :O :O :O alla faccia del paese civile.

Riprendiamoci Roma ha detto...

Grazie anonimo! sei di roma? vuoi unirti a noi?? ;)

Anonimo ha detto...

Nooo sono sempre l'anonimo di altri post, quello di Ferrara per intenderci :D

io nel mio piccolo cerco di togliere le affissioni abusive, mi danno troppo fastidio, pensare che ci sono persone che si fanno pubblicità in questo modo :| :| | :|

Qui a Ferrara fastweb continua a appiccicare la propria pubblicità ai pali, cassonetti e sopra ai campanelli dei palazzi, ne avrò tolti migliaia ormai....

theDRaKKaR ha detto...

siete GRANDIOSI!!!!

bymail ha detto...

i portoni del centro pieni di scritte a pennarello sono pulibili in 5 MINUTI con il detergente antigraffiti
(pennello imbevuto di prodotto sulla superficie, aspetti 2/3 minuti poi raschi con spugna abrasiva e lavi con acqua)

-les

Riprendiamoci Roma ha detto...

Grazie :)
- Anonimo, perchè non apri un blog sul degrado di Ferrara? Sarebbe interessante.
- Les ha tolto un paio di tag da un portone di legno e sono venute via in maniera perfetta!!

n@po ha detto...

Come sempre, mi complimento con voi! Avete fatto un ottimo lavoro. Le passeggiate anti-degrado vanno, però, pubblicizzate almeno qualche giorno prima per dare la possibilità a tutti di parteciparvi. Concordo con Sessorium, bisogna comunicare ai negozianti l'avvenuta operazione di pulizia, lasciando anche i contatti del blog.

degradodivarese ha detto...

le affissioni fastweb sono arrivate giusto ieri anche qui a varese ! ne ho già levate una 15ina ed ho prontamente scritto all'azienda invitandoli a smettere con questo comportamento incivile ed avvisandoli che almeno per varese, ma non solo, il loro sporco lavoro di marcatura del territorio è del tutto inutile perché i loro foglietti abusivi verranno rimossi nel giro di 2-3 giorni !
questo è uno dei contatti per scrivergli cosa ne pensate della loro "politica" di marketing :
ir@fastweb.it

Antonio da Ferrara ha detto...

- Anonimo, perchè non apri un blog sul degrado di Ferrara? Sarebbe interessante.

ci stavo giusto pensando, anche se mi intristice molto dove fare un blog sul degrado della mia città. Ma almeno spero che in questo modo qualche concittadino si svegli.

Alex88 ha detto...

le scritte su metallo liscio (tipo sui cartelli stradali) possono essere rimosse anche con il diluente nitro che costa sensibilmente meno dei prodotti antigraffiti e può essere diluito al 30. poi spray di acqua e asciugare.

Riprendiamoci Roma ha detto...

Grazie della dritta! Proveremo a breve :)

Anonimo ha detto...

questa cosa è fantastica...
ma i solventi non rovinano anche ciò che c'è sotto il graffito? che prodotti usate? poi i muri vanno ridipinti?

Riprendiamoci Roma ha detto...

No non rovina niente, a patto che venga utilizzato sul metallo non verniciato, altrimenti scioglie anche la vernice sottostante. In quel caso, comunque, basta reintegrarla nel punto in cui è stata sciolta.

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO