Shithouse

venerdì 21 agosto 2009


Che i graffiti siano diventati, nel giro di pochi anni, il principale problema di degrado urbano delle città italiane è sotto gli occhi di tutti. Un nutrito manipolo di criminali cavernicoli (che i nostri media continuano a spacciare per artisti) hanno letteralmente devastato le nostre città d'arte, non risparmiando neanche monumenti, chiese, palazzi storici, fontane. I romani ormai si sono abituati al fenomeno e ci convivono senza problemi. Alcuni aggiungono devastazione a devastazione e nel tentativo di ricoprire le scritte arrivano perfino ad intonacare il travertino, rovinandolo irrimediabilmente. Una devastazione senza fine. Ciononostante i telegiornali di questo paese del quarto mondo in cui viviamo continuano incredibilmente ad ignorare il fenomeno del graffitismo, o addirittura a presentarlo ai ragazzi come una "forma d'arte". E così non resta che affidarci alle tv straniere, nell'attesa che il mondo civile ci sbatta fuori dall'Europa a calci e ci costringa a prendere provvedimenti urgenti. La BBC dedica un servizio di fuoco alla Roma devastata dalle tag (grazie Les per il link!), con tanto di interviste a turisti increduli e allucinati davanti a simili, vomitevoli spettacoli. Ovviamente nessun telegiornale italiano ha ripreso la notizia. Tette e culi fanno più audience. E allora beccatevi il nostro video!

2 commenti:

bymail ha detto...

ragazzi, ho un off-topic importante:
stanno girando a Roma "Barney's version", film tratto da un libro cult di Mordecai Richler.
Da qualche giorno i giornali ne parlano in continuazione, imbeccati dalla Fandango di Domenico Procacci, co-produttore del film.
Arrivo al punto:
i produttori hanno scelto Roma al posto di Parigi, vera città del libro, per il suo romanticismo.
-
Speriamo sia come dicono loro ma io ho paura.
Paura che quando le riprese si trasferiranno da Piazza di Spagna a San Giovanni (ta-dah!), Testaccio e Trastevere il regista - e gli spettatori di tutto il mondo - si accorgeranno del degrado a base di graffiti e immondizia tipico della nostra città.
Speriamo bene, as usual.
PS.:
Invito già da ora i bloggers a partecipare al gioco che consisterà nell'individuare tags e altri elementi di degrado nei prossimi due film USA in uscita che hanno Roma come location:
"Nine", super-musical di Rob Marshall e "When in Rome", commedia romantica con Kristen Bell.
-
Appena escono i film, caccia alla sciatteria di Roma su grande schermo!

Les

Riprendiamoci Roma ha detto...

Grande serata ieri! Aspetto info al più presto sul distaccante per adesivi, nel frattempo mi sto dando da fare sul forum del fai-da-te per ricevere consigli utili per la rimozione dei graffiti.

Posta un commento

ShareThis

GUARDA I NOSTRI VIDEO